Formula 1Gran Premio Arabia Saudita

GP Arabia Saudita, anteprima: circuito, meteo

Per la seconda tappa della stagione 2024, si torna sul circuito di Jeddah, che si affaccia sul Mar Rosso. Nell’attesa, come sempre ecco alcune informazioni in vista del weekend

GP Arabia Saudita, round 2 del 2024. Dopo la tappa inaugurale in Bahrain, la Formula 1 torna sul circuito di Jeddah

GP Arabia Saudita, anteprimaLa stagione di Formula 1 2024, ha finalmente preso il via con il GP Bahrain. C’è già il primo back-to-back della stagione, con il GP Arabia Saudita in programma nel weekend: la carovana della Formula 1 che già dalla fine del GP Bahrain, ha iniziato a smontare e impacchettare vetture e attrezzature, e spedirle a Jeddah, località sede del secondo circuito del nuovo mondiale.

Come è accaduto per il Bahrain, anche a Jeddah la gara sarà disputata sabato e non domenica (per via del Ramadan, che prenderà il via proprio domenica 10 marzo). Il weekend del GP Arabia Saudita, è così in programma dal 07 al 09 marzo 2024.

Aspettando Jeddah

A Sakhir la stagione è iniziata, con la vittoria della Red Bull e Max Verstappen, con tanto di doppietta vista la seconda posizione di Sergio Perez.

Max Verstappen pilota olandese, e campione del mondo in carica, sembra voler confermare ulteriormente questo suo momento positivo, magari ripetendo quanto fatto nel 2023. La RB20 sembra essere la degna erede della RB19, dimostrando al momento di essere competitiva e veloce. Ma, vediamo come andrà in questa seconda gara.

Alle spalle della Red Bull, c’è la Ferrari. La Scuderia di Maranello, ha ancora tanto lavoro da fare per migliorare la SF-24, come abbiamo visto in gara e in particolare nell’affidabilità: visti i problemi tecnici ai freni, riscontrati sulla vettura di Charles Leclerc. Tuttavia, le prestazioni hanno mostrato di avere delle buone potenzialità, in vista del prosieguo della stagione. Carlos Sainz ha dimostrato a un certo punto della gara, di potersi avvicinare alla Red Bull. Insomma è solo l’inizio dell’anno, e vedremo come la Ferrari si comporterà nelle prossime gara, a partire da Jeddah.

Altro team che potrebbe sorprendere, dopo quanto visto nel primo weekend di gara è la Mercedes. Sembra ancora indietro, e anche per loro si prospetta una stagione di duro lavoro per migliorare la vettura, e cercare di recuperare il gap in termini di competitività. A Sakhir, la W15 è sembrata in difficoltà con le gomme, specialmente le Hard. Jeddah altro banco di prova, vedremo come se la caveranno.

Attenzione anche agli altri, per capire se le cose miglioreranno, in particolare la McLaren che è sembrata in difficoltà in Bahrain, così come le Aston Martin e peggio ancora l’Alpine, attualmente in fondo alla classifica, per la quale si prospetta una stagione difficile, non solo in pista con una vettura che sembra essere nata male, ma anche all’interno del team.

Come il Bahrain, anche il GP Arabia Saudita si svolgerà in notturna. L’evento sicuramente da non perdere, che sarà trasmesso in diretta ed esclusiva da Sky Sport F1 HD, mentre TV8 manderà in onda in differita, soltanto qualifiche e gara. Non mancherà F1world e il Live streaming della gara.

JEDDAH CORNICHE CIRCUIT

Il Jeddah Corniche Circuit, in origine conosciuto come Jeddah Street Circuit è un circuito cittadino temporaneo situato a Gedda, seconda città più grande dell’Arabia Saudita dopo Riad, la capitale.

L’impianto è stato progettato dall’architetto Carsten Tilke, figlio di Hermann, in collaborazione con la Formula 1. Il disegno è stato presentato il 18 marzo 2021, con la volontà di proporre una nuova tipologia di circuito cittadino. Gli organizzatori, insieme ai progettisti hanno pensato di puntare sulla velocità, volendo creare la pista cittadina più veloce di sempre. Per far ciò, non è stata ricavata utilizzando le strade già presenti (solo un piccolo tratto), bensì un’area da poco bonificata.

GP Arabia Saudita, anteprima: circuito, meteo
© Pirelli F1 Press Area

Nelle simulazioni, la velocità stimata è stata di 252,8 km/h, dietro all’autodromo di Monza (264,3 km/h). Il tracciato si sviluppa sul lungomare, bagnato dal Mar Rosso. È il più lungo visti i suoi 6,174 m, dopo quello di Spa-Francorchamps. È la pista con il più alto numero di curve, ben 27, di cui 11 a destra e 16 a sinistra.

Dalla curva 4 fino alla 11, il tracciato è caratterizzato da un lungo “snake”, simile al primo settore di Austin, un tratto molto veloce, che porta alla staccata che anticipa un tornante a 180 gradi, la curva 13 caratterizzata da un banking con un angolo di 12 gradi. Successivamente, troviamo un altro “snake”, altre curve da percorrere ad alta velocità e con DRS aperto. Passata la curva 22, i piloti si troveranno un lungo curvone, che conduce alla 27, ultimo tornante che li riporta sul rettilineo principale. Attenzione alle barriere di cemento, che costeggiano gran parte della pista cittadina, dove il minimo errore può costare caro, vista la mancanza di vie di fuga.

Saranno 50 giri, da percorrere in senso antiorario.

DRS

La FIA, ha confermato l’attivazione di tre zone DRS sul tracciato di Jeddah, dove i piloti potranno utilizzare l’ala mobile:

  1. la prima, sul rettilineo principale, da curva 27 a curva 1
  2. la seconda, nel tratto che da curva 19 porta alla 22 (in mezzo sono presenti la 20 e 21, una sorta di serpentina);
  3. la terza, nel lungo curvone che dalla 24, porta alla 27.

Ogni zona avrà un proprio punto di attivazione: le celle di rilevamento, una per ogni settore, saranno posizionate poco dopo curva 17, prima di curva 22 e appena dopo la 27.

GP Arabia Saudita, anteprima: circuito, meteo
© Pirelli F1 Press Area

PIRELLI: C2, C3 E C4

Per il secondo weekend della stagione in Arabia Saudita, Pirelli ha scelto per le mescole intermedie della gamma 2024, ovvero:

  • C2 PZero White Hard;
  • C3 PZero Yellow Medium;
  • C4 PZero Red Soft

Ci troviamo su una pista, tra l’altro velocissima (oltre 250 km/h di media) e con asfalto piuttosto liscio. Circuito lungo 6,174 chilometri, da percorrere per 50 giri, che presenta una forma sinuosa e 27 curve. Molte delle curve si percorrono a media e alta velocità, con gli pneumatici che vengono sottoposte ad elevate forze laterali.

Come è avvenuto in Bahrain, anche qui qualifiche e gara si svolgeranno di sera (le ore 20.00 locali), con temperature inferiori rispetto alle prove libere 1 del giovedì e prove libere 3 del venerdì.

Jeddah è un circuito cittadino, e come spesso avviene la pista ha una rapida evoluzione. In qualifica sarà pertanto importante scegliere il momento giusto per fare il miglior tempo, così come la preparazione ottimale del giro di lancio, tra difficoltà di portare alla giusta temperatura le gomme, specialmente le Soft e il possibile traffico, che i piloti possono trovare.

Per quanto riguarda la strategia, a Jeddah è prevedibile assistere a un’unica sosta durante la gara, con l’alternazione Medium e Hard anche in base alla posizione sulla griglia di partenza. Essendo un tracciato cittadino, le vie di fuga sono assenti o limitate in alcuni punti, con un’alta probabilità di incidenti o ritiri in zone, che possono causare l’uscita in pista della Safety Car o l’interruzione della gara. I sorpassi sono pressoché difficili: l’unico punto dove è possibile, è la staccata della curva 1.

CHE TEMPO CHE FARA’?

Come di consueto, siamo andati a dare uno sguardo alle previsioni meteo in vista del weekend del GP Arabia Saudita. Secondo l’ultimo bollettino meteo, dicono che farà tanto caldo. Le temperature arriverebbero a sfiorare i 30°C, e difficilmente andranno sotto i 15°C, nemmeno di notte.

Attenzione al vento, con la possibilità di raffiche molto forti, che potrebbero condizionare le prestazioni delle vetture, e qualche grattacapo in più ai team nel trovare soluzioni e mettere a punto il set-up.

Giovedì 07 marzo 2024

Temperature: max 29°C, min 17°C; tempo sereno o soleggiato, umidità intorno al 57%, vento molto forte con raffiche dai 22 ai 39 km/h

Venerdì 08 marzo 2024

Temperature: max 28°C, min 18°C; tempo sereno e cielo soleggiato, umidità intorno al 63%, vento con raffiche dai 22 ai 37 km/h

Sabato 09 marzo 2024

Temperature: max 29°C, min 15°C; tempo sereno e soleggiato, umidità intorno al 64%, vento meno forte in serata, previsto intorno ai 15 km/h.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio