Formula 1Presentazioni F1

Alpine: svelata la nuova vettura per il 2024

Il team di Enstone ha svelato la nuova monoposto che competerà, guidata da Gasly e Ocon nella prossima stagione di Formula 1: la A524

Oggi l’Alpine ha tolto i veli ai suoi nuovi gioielli, la monoposto di Formula 1, la A524 e la Hypercar che competerà nel WEC

Nel primo pomeriggio di oggi, 07 febbraio 2024, Alpine con una cerimonia di presentazione ha svelato la nuova A524, la vettura con la quale prenderà parte alla stagione di Formula 1 2024. Nello stesso evento, è stata presentata anche la vettura del programma WEC, la A424 LMDh che sarà affidata a Mick Schumacher.

Cerimonia senza grandi proclami, forse memore dalle aspettative rivelatasi deludenti riscontrate nella stagione 2023. Il team, ha deciso di cambiare filosofia, approccio e ambizioni, con il team principal Bruno Famin, un reparto tecnico composto dal direttore, Matt Harman ed Eric Meignan a Viry-Chatillon.

Nero carbonio anche sulla A524

La nuova vettura, la A524 si svela in quel di Enstone, con due livree pensate per la stagione 2024. In entrambe, spicca lo sponsor BWT, che ha in qualche modo influenzato il resto.

La livrea 2024 è stata realizzata in collaborazione con l’artista Felipe Pantone, con il colore nero carbonio che predomina, andando a sostituire il solito blu Alpine. Spicca, anche se più ridotta, il rosa dello sponsor BWT.

Così come aveva fatto nelle ultime due stagioni, Alpine porterà due livree, che si alterneranno nel corso del campionato: la livrea rosa con il tocco di azzurro come finitura, sarà utilizzata in 8 Gran Premi sui 24 totali.

Si guarda avanti

L’obiettivo del team anglo-francese è di risalire la china, dopo un disastroso 2023, al termine del quale ha ottenuto il sesto posto alle spalle di McLaren e Aston Martin.

La A524 è un nuovo progetto, creato per le prossime due stagioni, ed è caratterizzato da soluzioni innovative, come se volessero non ripetere quanto fatto negli anni precedenti. Un approccio più audace, che permetterà al team di affrontare un forte piano di sviluppo, sia nel 2024 che nella prossima stagione, visto che nel 2026 arriva il nuovo regolamento tecnico.

La A524 appare molto diversa dalla vettura del 2023, e in effetti è completamente nuova, a partire dalla scocca. L’abitacolo e la posizione del pilota, sembra essere stata spostata più indietro rispetto alla passata stagione. Il telaio è stata alleggerito con l’obiettivo di arrivare al limite di peso di 798 kg.

Il cono anti-intrusione inferiore, è stato portato all’altezza del fondo per liberare il sottosquadro, che è diventato più grande sotto i radiatori, per incrementare il flusso verso il pavimento.

Aerodinamica, muso, push rod

L’aerodinamica, uno dei talloni d’Achille della passata stagione ha subito un’evoluzione, con un nuovo packaging tra telaio e power unit.

Spicca all’occhio, il nuovo muso più scavato nella parte inferiore con l’intenzione di aumentare il flusso sotto il telaio. Il naso è stato di poco allungato e diventa a punta, quando si appoggia al primo elemento dell’alettone anteriore.

L’airscope è rimasto di forma quadrata con due orecchie squadrate, viste lo scorso anno, con le pance che presentano uno scavo verso il posteriore, particolarmente profondo e dimensioni generose.

Interessante lo specchietto, che presenta due piccoli deviatori di flusso a elle. Una soluzione innovativa e mai vista prima, che servirà per pulire l’aria destinata all’ala posteriore.

C’è un nuovo impianto di raffreddamento della power unit Renault E-Tech RE24. Il lavoro lo si denota, dalla presa dei radiatori che non è estrema, malgrado sia stata ripresa dal concetto Red Bull. La parte inferiore della fiancata, ha una forma alare e sollevata dal fondo.

La sospensione anteriore è rimasta a schema push rod, con la posteriore che presenta un nuovo disegno, ed è caratterizzato da bracci multi link dietro al puntone.

Il team Alpine, affiderà la A524 ai piloti titolari, Esteban Ocon e Pierre Gasly nel corso di una stagione molto lunga, caratterizzata da 24 gare. Jack Doohan ricoprirà il ruolo di pilota di riserva.

Nell’ultima settimana di febbraio, il team sarà impegnato insieme al resto della griglia, alla sessione di test pre-stagionale sul circuito di Barhain, che sarà sede del primo Gran Premio del mondiale 2024. Vedremo quale sarà il primo verdetto, che la pista darà sulla nuova Alpine A524.

Le dichiarazioni

Le parole di Bruno Famin, team principal di Alpine: “È un fantastico momento per Alpine Motorsports nel presentare ufficialmente il programma per la stagione 2024. È sicuramente un momento unico, avere sia la vettura di Formula 1 A524, che la A424 Hypercar, insieme a tutti i piloti nella stessa stanza. Entrambi i progetti, ci preparano a ciò che sarà senza dubbio, un impegnativo e intenso 2024″.

“Vedere entrambe le vetture qui oggi, è il frutto di un duro lavoro condotto dietro le quinte, nelle nostre fabbriche da parte di tutto lo staff, in Gran Bretagna e in Francia. Ora, la prossima tappa del nostro viaggio è la pista, dove applicheremo l’eccellenza operativa a tutti i livelli, e faremo crescere una maggiore dinamica e mentalità da parte dei nostri team. Non vediamo l’ora di continuare il duro lavoro, per portare al successo il marchio Alpine“.

Matt Harman, direttore tecnico di Alpine: L’approccio alla A524 è stato aggressivo, ma deliberatamente nel tentativo di migliorare la performance della vettura. Ci siamo concentrati sull’imparare e reagire nei confronti dei risultati delle stagioni precedenti“.

“Il progetto è stato pensato, concentrandoci sul realizzare concetti, da aggiungere sulla vettura. Abbiamo realizzato una piattaforma forte, su cui aggiungere performance quando ci è possibile. Abbiamo spinto alcuni elementi al limite, e in alcuni casi, anche oltre. Questo è tutto in linea con il nostro approccio, ed esattamente da dove vogliamo partire, per portare questo progetto al miglior livello possibile“.

La parola ai piloti

Le parole di Esteban Ocon: “Naturalmente, sono molto eccitato in vista della stagione, e non vedo l’ora di salire nella vettura e tornare a gareggiare. Questo momento dell’anno, è sempre emozionante, dato che possiamo vedere cosa il team ha prodotto”. 

“Ho visto i disegni, sono stato al simulatore, ma ovviamente non avevo ancora visto il progetto completato, nella realtà. Dovremo aspettare fino allo shakedown, ma è un momento molto bello per il team, essendo la fine di migliaia di ore di duro lavoro”.

“Come pilota, è un momento da pelle d’oca quando per la prima volta, sali in una nuova vettura, e lasci la pit-lane. Quel momento con la A524 è ormai vicino, e non vedo l’ora di iniziare”.

È la volta di Pierre Gasly: “Potrei dire di essere nel miglior posto ora, rispetto a 12 mesi fa. Conosco esattamente tutte le persone, con le quali lavoro. Conosco tutti i processi e di come ottenere il meglio da ognuno di loro, e da me stesso. È fantastico avere una continuità e costruire sulle fondamenta, che abbiamo creato lo scorso anno”. 

“Mi sento fiducioso con il team, che ho attorno. Abbiamo lavorato tutti, nello sviluppo nel corso dell’ultimo anno. Ora sono confidente, di poter attaccare durante la stagione, e massimizzare il pieno potenziale del team”. 

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio