Formula 1Gran Premio Monaco

Perché il ricorso di Ferrari contro Red Bull è stato respinto?

Con il reclamo rigettato le polemiche a riguardo si placheranno? La decisione presa ha evidenziato una zona grigia del regolamento?

Per quale motivo il doppio ricorso presentato dalla Ferrari contro le Red Bull è stato respinto dalla FIA?

Ieri abbiamo assistito a un GP di Monaco folle, infinito e non privo di colpi di scena e polemiche. Perez si è aggiudicato la vittoria, seguito da Sainz e Verstappen, con un infuriato Leclerc ai piedi del podio. Come ciliegina sulla torta, a fine gara, la Ferrari ha presentato un doppio ricorso contro le Red Bull, che però è stato respinto. Ma qual è la motivazione di tale rigetto? E ancor prima come mai il team di Maranello si è rivolto alla FIA?

Partiamo con ordine. Il team principal Binotto ha presentato reclamo in merito al comportamento avuto da entrambe le vetture del team di Milton Keynes all’uscita della corsia dei box, dopo il pit-stop. Nello specifico, quando sono passati dalla mescola intermedia a quella slick. Come mostrano i camera car sia di Perez che di Verstappen, all’uscita della corsia dei box, con la mescola anteriore sinistra hanno toccato la linea gialla. Quella che segna il confine tra l’uscita della pit-lane e il circuito monegasco, subito dopo curva 1, cioè la Saint Devote.

Zona grigia del regolamento?

Il regolamento non valuta la disparità che, una mescola possa o meno tagliare la linea in maniera complessiva. Ma si limita semplicemente a spiegare che le monoposto devono rimanere completamente all’interno della linea gialla. Zona grigia? Perez e Verstappen perciò sono stati convocati dalla direzione gara per spiegare l’accaduto. L’esito delle indagini è stato il seguente: il ricorso richiesto dalla Ferrari contro Red Bull è stato respinto dalla FIA.

Dal comunicato si evince: “All’udienza la Ferrari ha riconosciuto che la monoposto di Perez non ha attraversato nemmeno parzialmente la linea gialla. Perciò la protesta è da ritenersi infondata. Invece per quel che riguarda Verstappen è stato deciso che non è uscito oltre la linea gialla. Questo perché non l’ha attraversata interamente con la mescola anteriore sinistra. La protesta è stata perciò respinta”. In pratica la FIA e la direzione di gara hanno ammesso come sia lecito toccare la linea gialla con la mescola anteriore sinistra. Ciò è lecito, perché la mescola non ha oltrepassato completamente la linea. Le polemiche si placheranno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button