DichiarazioniFormula 1

Mercedes verso la scissione con i team clienti

Wolff ammette che Mercedes non ha più margine di guadagno nella fornitura e quindi abbandonerà una squadra cliente

Toto parla chiaro. Mercedes è intenzionata a cessare l’accordo con almeno un suo team cliente a causa dei costi insostenibili

Problemi in casa Mercedes, non solo per la W13 ma anche finanziari. Toto Wolff ha affermato che la Mercedes potrebbe abbandonare uno dei team clienti, a causa dei bassi margini di profitto nella fornitura delle proprie power unit. La Mercedes attualmente fornisce componenti ad Aston Martin, Williams e McLaren, il che rende i loro motori i più utilizzati nella griglia davanti alla Ferrari, i cui motori sono impiegati da tre team.
Wolff ha rivelato che la Mercedes non sta guadagnando denaro fornendo motori alle tre squadre a causa del limite stabilito dalla FIA per l’importo che possono addebitare ai propri clienti per l’uso dei motori e componenti vari. Il limite di budget in Formula 1 ha preso piede nelle squadre e le misure di riduzione dei costi stanno iniziando a entrare in gioco, con gli effetti che iniziano a farsi sentire. Wolff vuole mantenere quei costi bassi, cercando almeno di andare in pari e ciò significa abbandonare uno o più dei propri clienti.

“Purtroppo, il business del leasing di motori non è avvincente e interessante perché la FIA ha fissato un certo limite che puoi addebitare ai tuoi clienti”, ha detto Wolff al Financial Times. Preferirei avere sei [auto dei clienti], spingere lo sviluppo il più avanti possibile e poi fare due motori in meno, contando che bisogna anche produrre i due ricambi per ogni squadra. In un mondo ideale, forse ci vedrei più due clienti, quindi in realtà pensiamo di ridimensionare un po’” ha affermato Toto.

Ma Wolff non allude a quale squadra sarà eliminata dalla partnership

Volkswagen ha confermato che Audi e Porsche hanno già iniziato a lavorare su progetti per entrare in Formula 1 dal 2026 e diversi team hanno già discusso con i marchi su una potenziale partnership futura, che il capo del team Red Bull Christian Horner ha descritto come “più che logica”. Anche Williams e Aston Martin hanno confermato di aver parlato con l’Audi, mentre la McLaren ha negato in più occasioni di poter venire accorpata o acquistata dal marchio tedesco, insistendo sul fatto che la squadra non è in vendita.

Per quanto riguarda la Mercedes, i continui problemi con il porpoising della W13 hanno ostacolato i loro recenti progressi (dopo un promettente fine settimana in Spagna) che li ha visti fare un passo indietro a Monaco. Wolff ha ammesso che la loro preoccupazione immediata è rimanere dove sono nel Campionato Costruttori prima di provare a tornare in testa: Dobbiamo solo tornare indietro [a Barcellona] e consolidare il terzo posto per poi tornare al comando lentamente.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.