Formula 1Mercato Piloti F1

McLaren-Ricciardo, la rottura c’è. Piastri in arrivo?

Il team di Woking sembra ormai deciso a chiudere con il nativo di Perth a fine stagione 2022. Al suo posto, un altro australiano?

McLaren alla ricerca del pilota, che con ogni probabilità sostituirà Ricciardo. Il candidato ideale da affiancare Lando Norris, pare essere Oscar Piastri

Il mercato piloti in ottica 2023, è entrato nel vivo ed è in grande fermento, in questo inizio di agosto, mentre la Formula 1 è in vacanza per poche settimane. Nelle ultime ore, si parla molto del team McLaren e di Daniel Ricciardo, ormai in rottura del rapporto, con Oscar Piastri candidato ad affiancare Lando Norris dal 2023.

La McLaren dovrebbe aver già comunicato a Daniel Ricciardo, l’intenzione di non proseguire con lui nella prossima stagione, dopo due anni senza grandi risultati. Il pilota australiano è arrivato a Woking nel 2021, con aspettative molto alte, ma a parte la vittoria nella passata stagione a Monza, le sensazioni non sono state buone. Motivo per cui, per il team è tempo di chiudere l’accordo con lui, e sostituirlo con un altro pilota. Secondo le ultime indiscrezioni lanciate da Autosport, tra i candidati il favorito, sembra essere Oscar Piastri.

Il contratto di Daniel Ricciardo con la McLaren scade nel 2023, ma il team sembra intenzionato a interrompere con lui in anticipo di un anno. Ormai la decisione pare essere presa, e comunicata allo stesso Ricciardo, e al suo posto ci sarà un altro australiano, Oscar Piastri.

Il giovane, cresciuto nell’Alpine Academy con l’obiettivo da parte del team anglo-francese di promuoverlo un giorno nel team ufficiale di Formula 1. Annuncio finalmente arrivato all’inizio di agosto, da parte di Alpine, per sostituire Fernando Alonso, ma Piastri ha a sorpresa di tutti smentito tutto, facendo intendere di aver trovato un accordo con la McLaren.

Quale sarà il futuro di Ricciardo?

Daniel Ricciardo intende fortemente rimanere in Formula 1, non trovando interessi verso i progetti McLaren fuori dal Circus, come IndyCar o la Formula E. In conseguenza di ciò, l’australiano potrà ricevere una quantità economica dal team per aver rotto in anticipo il rapporto, anche se non si sa se sarà risarcito nel caso in cui dovesse proseguire in Formula 1 con un altro team o se invece dovesse ritirarsi dal Circus.

Nel caso in cui non dovesse continuare in McLaren, cosa molto probabile, per Daniel Ricciardo la possibilità di rimanere in Formula 1, potrebbe essere in uno dei team nel quale ha corso. In Alpine è rimasto un sedile libero, quello che sta occupando Fernando Alonso fino a fine 2022. A Enstone, Daniel ci è già stato quando ha guidato per il team, quando si chiamava Renault, giusto prima di intraprendere la sua avventura in McLaren. Il 2020 è stato per altro una delle stagioni migliori di Ricciardo, con risultato molto buoni.

In alternativa all’Alpine, c’è la Haas. Il sedile attualmente occupato da Mick Schumacher, sembra essere in bilico, pertanto potrebbe essere una possibilità per Ricciardo. In questo momento, le trattative con il pilota tedesco si sono bloccate. Su questo punto, sicuramente c’è la Ferrari, interessata a voler dire la sua, e chiaramente Daniel Ricciardo non ha nessun tipo di vincolo con loro. Perciò, sembra difficile che possa nascere una collaborazione tra l’australiano e il team statunitense.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.