DichiarazioniFormula 1

Binotto: “In Ferrari c’è armonia tra i piloti”

Il Team Principal della casa di Maranello ha sottolineato l’importanza di avere Leclerc e Vettel come compagni di squadra anche per il 2020

Binotto sottolinea il vantaggio di avere nel team due piloti molto diversi e talentuosi, nonostante la rivalità che si è accesa durante la passata stagione.

Vettel-Leclerc, una coppia che ha fatto discutere molto gli appassionati durante la stagione 2019.
Da un lato Sebastian Vettel: l’esperienza e la voglia di realizzare un sogno per cui lotta da cinque anni, dall’altra Charles Leclerc: un giovane con alle spalle pochi GP disputati in Formula 1 che ha dimostrato di meritare un sedile in Ferrari, e di essere pronto alla sfida mondiale.
Due personalità e due piloti molto differenti tra di loro che sono riusciti a portare un contributo importante alla squadra.

Binotto ha infatti così spiegato ai colleghi britannici di Autosport: “Per noi è bello averli in squadra insieme. Sono una buona coppia, molto diversi in termini di esperienza e guida ma per noi è un vantaggio. – ha poi aggiunto – Se guardi come si comportano quando sono insieme si vede che sono molto bravi. C’è un buono spirito e una buona rivalità”.

UNA SANA RIVALITÀ EMERSA TROPPE VOLTE

Certo è che la coppia dei due cavallini rampanti non ha fatto discutere solo del grande contributo portato al team, ma anche e soprattutto della rivalità che è nata.
Una rivalità sana e generalmente presente tra tutti i piloti, in particolar modo tra compagni di squadra che però, un po’ troppe volte, è emersa in modo non molto velato.
A tal proposito lo svizzero ha ammesso: “Bisogna accettare la rivalità tra i due. Sono due piloti e sono qui per dare il massimo e vincere. Per questo, per me è molto importante sottolineare qual è l’obiettivo generale della squadra”.

La stagione 2019 della Ferrari è stata caratterizzata dalle numerose comunicazioni via radio tra i due piloti e il muretto e dalle troppe tensioni che si sono generate gara dopo gara, fino a quando è stato raggiunto l’apice con il contatto ad Interlagos.
Parlare alla radio non è mai semplice poiché dall’auto non si può avere l’immagine completa di ciò che accade. Il pilota deve semplicemente fidarsi dalla squadra. Penso si tratti di avere chiarezza e trasparenza durante la stagione. Dovremmo poter parlare di qualsiasi situazione potrebbe verificarsi in gara”, ha così concluso.

VETTEL-LECLERC: INSIEME AIUTANO LA FERRARI

Durante la stagione 2019, la Scuderia Ferrari ha dato la possibilità ai Tifosi di porre qualche domanda al Team Principal. Mattia si è così trovato a raccontare del rapporto tra i due teammates: “Ci sono molti aneddoti divertenti, anche perché in realtà tra di loro si divertono. C’è un buon rapporto e c’è armonia. Molto diverso da quello che qualcuno può leggere o pensare. Si potrebbe pensare che ci sia conflittualità ma non è il caso. Ricordo per esempio quando eravamo in Giappone, successivamente alle polemiche della Russia. Eravamo noi tre insieme al ristorante, ci divertivamo. Si sono rubati tra di loro i cellulari per guardare le foto uno dell’altro. È sempre bello vederli divertirsi insieme”.

Ha poi sottolineato il ruolo essenziale che Vettel e Leclerc hanno rivestito durante il campionato: “Il contributo del pilota è essenziale, sempre. Loro hanno uno stile di guida un po’ diverso. Ognuno di loro trova i propri limiti alla vettura. Direi quest’anno, per i problemi che abbiamo avuto, i loro commenti convergevano e questo ci ha sicuramente aiutato a trovare i problemi e a risolverli”.

Mattia’s Q&A session is online, #Tifosi

📹 Mattia’s Q&A session is online, #Tifosi 🤩

Watch it to see his thoughts from the 2019 season 🗓 and get ready for the #AbuDhabiGP ⬇️

#essereFerrari 🔴

Pubblicato da Scuderia Ferrari su Mercoledì 27 novembre 2019

RISPETTO E STIMA TRA I PILOTI FERRARI

Nonostante gli episodi di rivalità e tensione in pista, tra i due cavallini rampanti c’è stima e rispetto reciproco.
Leclerc ha infatti più volte sottolineato il ruolo chiave che il tedesco ha avuto nella sua crescita durante il primo anno in Ferrari.
Ho imparato molto da Seb, soprattutto dal modo in cui lavora. Va molto nei dettagli e approfondisce argomenti che non avrei mai pensato potessero tornare utili agli ingegneri. – ha poi aggiunto – È una persona molto simpatica e abbiamo lavorato bene insieme. Abbiamo avuto momenti particolari in pista che speriamo non accadano più. Siamo abbastanza maturi per lavorare insieme”, ha dichiarato il monegasco.

Anche il quattro volte Campione del Mondo, durante una stagione un po’ sofferta, ha ringraziato ed elogiato il suo nuovo compagno di squadra.
“In termini di velocità pura Charles è molto veloce. È bello che sia un punto di riferimento, soprattutto nei momenti in cui ho faticato un po’ ad ottenere davvero il massimo da me stesso e dalla monoposto. È un aiuto prezioso. Penso sia una cosa positiva avere due piloti in lotta per lo stesso obiettivo, ha così dichiarato Sebastian.

Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button