DichiarazioniFormula 1

Hamilton: “Non stiamo negoziando, i giornali inventano storie”

L’inglese decide di rompere il silenzio riguardo alle voci di mercato che ruotano su di lui e le definisce spazzatura

Lewis Hamilton nega di aver firmato un accordo biennale con Mercedes; l’inglese  ha rivelato di non aver nemmeno iniziato i colloqui con Toto Wolff

All’inizio di questo mese, i media italiani hanno dichiarato che Hamilton e Mercedes hanno concordato un nuovo accordo biennale, questo avrebbe mantenuto il sei volte campione del mondo a Brackley, fino alla fine del 2023. L’accordo sembrava fatto, bastavano le firme e l’annuncio. Questo avrebbe fatto felici i fans e congelato ogni scenario di vederlo da un altra parte

Nel caso in cui si fosse rivelato vero un contratto pesantissimo dal punto di vista economico e il vincolo biennale, la Mercedes avrebbe perso, per il futuro, la possibilità di firmare con Max Verstappen. Hamilton avrebbe tutte le carte in mano per volere un accordo quadriennale, calando così un poker importante nel mercato piloti. Ma non la pensa così il giornale spagnolo MARCA, che smentisce tutte le voci.

LE CIFRE TIRATE IN BALLO SONO DA CAPOGIRO

“Per vostra informazione, io e Toto non abbiamo ancora nemmeno parlato del contratto. Nulla è stato negoziato attualmente, i giornali montano delle storie”.  – ha dichiarato Hamilton che, secondo Auto Bild, avrebbe fatto una richiesta da 55 milioni di euro a stagione più bonus per vittorie e titoli.  Nessuno dei due rapporti, però, è vero.

Hamilton ha rovinato tutte le storie spiegando che non ha ancora iniziato a parlare con Toto Wolff. Ola Källenius, nuovo CEO del gruppo, non è un manager che scende facilmente a compromessi. Ha dato disponibilità a un aumento dello stipendio, a patto che il nuovo rapporto lavorativo duri fino al 2022. Per quanto riguarda l’olandese della Red Bull c’è ben poco da dire. Verstappen ha firmato l’8 gennaio, bruciando ogni chance di trasferimento e anticipando tutti con uno stipendio di 40 milioni di euro.

Smentite tutte le voci, ora non ci resta che attendere l’inizio di una stagione ancora incerta. I piloti torneranno protagonisti sul tracciato cittadino di Melbourne, una pista che ha visto favorite le Mercedes in più di un’occasione.

Ranucci Andrea

 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button