DichiarazioniFormula 1

Vettel a cuore aperto: “Resterò innamorato della Ferrari”

Il pilota tedesco ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport, in un crossover tra passato, presente e futuro

Vettel non rimpiange i sei anni passati in Ferrari, pur non coronati dalla vittoria di un titolo Mondiale

L’esperienza di Sebastian Vettel con il team Ferrari è ormai al capolinea. Il pilota tedesco si è concesso al Corriere dello Sport per un’intervista che lo ha visto ripercorrere diverse tappe della sua carriera in Rosso. Il prossimo pilota Aston Martin è stato anche stuzzicato su un possibile futuro passaggio in Mercedes.

Quattro volte campione del mondo, Sebastian Vettel vive i suoi anni migliori della carriera con il team Red Bull, vincendo ininterrottamente dal 2010 al 2013. La stagione successiva il cambio di regolamente e l’ingresso in squadra di un arrembante Daniel Ricciardo portano il tedesco a lasciare il team che lo ha lanciato in Formula 1. Nasce così l’opportunità di gareggiare per la scuderia per la quale ha sempre tifato: la Ferrari.

VETTEL RIPERCORRE GLI ANNI IN FERRARI

L’avventura di Sebastian Vettel in Ferrari non si sta concludendo al meglio. Una chiamata forse inaspettata ancor prima dell’inizio del Mondiale, ad annunciargli il suo mancato rinnovo, ha probabilmente compromesso sul nascere la stagione 2020. L’esser al fianco di un talento del calibro di Charles Leclerc unito all’avere una vettura molto difficile da guidare hanno fatto il resto. Vettel ha tracciato un bilancio dei suoi sei anni in Rosso.

Ho sempre dato il mio 100%. Ho sempre imparato qualcosa, ogni anno, ogni gara. Sono state stagioni speciali. La mia prima gara nel 2015 ero già sul podio, la seconda vinsi. La mia vettura preferita è stata quella del 2017, eravamo spesso davanti a Mercedes nonostante ci mancasse un po’ di motore. Ci sono stati alti e bassi ma non rinnego nulla. In Ferrari ho conosciuto persone speciali, ma se devo ridurlo a un bilancio abbiamo fallito non avendo vinto un titolo mondiale.”

“La Ferrari ha un posto speciale nel mio cuore. Michael resta la mia più grande ispirazione e l’ho quasi sempre visto vestito di Rosso. Non amo guardarmi indietro ma dopo questo capitolo tenderò a farlo di più. Sono innamorato da sempre per la Ferrari. Ero ferrarista da bambino e lo sono oggi.”

LECLERC? PIU’ BRAVO DI ME A SFRUTTARE LA SF1000

Una domanda ha anche riguardato il suo attuale compagno di team, Charles Leclerc. In questa stagione il pilota tedesco, a livello prestazionale, è stato surclassato dal giovane monegasco. Vettel ha ammesso come l’ex Sauber si sia adattato meglio alla SF1000: “Charles riesce a sfruttare meglio la vettura rispetto a quanto non faccia io. E’ sempre stato fortissimo e non credo che quest’anno abbia fatto un ulteriore salto di qualità.”

DAL POSSIBILE RITIRO ALL’ORBIDA MERCEDES

Sebastian Vettel ha poi ammesso di esser stato vicino al ritiro dalla Formula 1: “Sì, è stata una seria possibilità, ci sono stato vicino. Ho ritenuto di avere ancora qualcosa da dare alla Formula 1 e per ciò ho accettato la proposta dell’Aston Martin.”

Una domanda ha anche riguardato un suo ipotetico futuro in Mercedes, al fianco o al posto di Lewis Hamilton: “Non ho altri dieci anni davanti in Formula 1, non penso di arrivare a quarant’anni a competere ancora così come sta facendo Kimi. Se mi chiedi se vorrei guidare una Mercedes non risponderei di no, nessun pilota, al momento, si rifiuterebbe di farlo. Questo anche a fianco di Lewis.”

L’AUGURIO A DOMENICALI: SE PUOI, CAMBIA QUESTA FORMULA 1

La Formula 1 respira aria di novità dopo il cambio al vertice. Vettel spera Stefano Domenicali possa attuare un profondo rinnovamento: “Spero che Stefano abbia abbastanza potere per cambiare. La Formula 1 ha il bisogno di restare al passo dei cambiamenti che stanno avvenendo nel mondo. I prossimi cinque-dieci anni saranno fondamentali per il futuro del motorsport. Ciò che vorrei io è vedere una tecnologia più facilmente trasferibile alle auto stradali e più sostenibile.La Formula 1 può farlo.”

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.