DichiarazioniFormula 1

Sainz e Alonso, due piloti e stili di guida a confronto

Pedro de la Rosa spiega dove cambia lo stile di guida tra i due piloti spagnoli oggi in Formula 1: l’uno più razionale, l’altro più emotivo

Carlos Sainz e Fernando Alonso, sono due piloti spagnoli arrivati in Formula 1. Stessa passione, ma stili di guida e filosofia differenti

Carlos Sainz e Fernando Alonso, due giovani ragazzi entrambi spagnoli, uno di Madrid e l’altro di Oviedo. Entrambi hanno iniziato nei kart e successivamente le loro carriere li hanno condotti a competere in Formula 1. Una passione in comune, ma i loro stili di guida sono molto diversi l’uno dall’altro. In che cosa si differenziano? Pedro de la Rosa ce lo illustra, evidenziando l’aspetto razionale di Carlos rispetto a Fernando, postando l’attenzione sul tipo di approccio che Carlos ha e che mancava alla Ferrari.

Carlos farà molto bene in Ferrari, ha un approccio corretto. Sta lavorando bene per quanto riguarda la sua velocità, il suo adattamento, lavora sempre duramente. Ha uno stile molto diverso da Fernando,” ha così spiegato Pedro de la Rosa nel podcast ‘F1 Nation’.

Fernando è il tipico ragazzo che sale sulla macchina e porta con sé quella filosofia che dice “basta che riporto le chiavi e non la macchina”. Tira fuori tutto il potenziale dalla macchina fin dal primo giro,” ha così spiegato di dettaglio.

DE LA ROSA: “CARLOS È LA PERSONA GIUSTA IN FERRARI”

Ognuno di loro sta vivendo un proprio momento chiave della carriera: Fernando Alonso, due volte campione del mondo, non ha nulla da perdere mentre Carlos Sainz Jr. ha tutto da guadagnare. Stando così le cose, Pedro crede che lo stile di ognuno sia comunque valido e adeguato alla situazione nella quale si trovano.

Carlos ha una maggior comprensione, una conoscenza più razionale. Capisce la macchina, la sua guida, si adatta poco a poco alla velocità. È un pilota più razionale. Questo non significa che uno sia migliore dell’altro, è diverso. Per ciò che ha bisogno la Ferrari, in questo momento lui è la persona giusta, insieme a Mattia Binotto e a Charles Leclerc,” ha aggiunto l’ex pilota catalano.

Fernando Alonso si è già costruito il suo nome. Carlos Sainz si trova nel suo momento migliore, che coincide con il suo primo anno in Ferrari.

“Carlos lo sta facendo bene. È un po’ sottovalutato, a causa del suo nome e del suo cognome. Questo sicuramente lo ha aiutato ad arrivare in Formula 1, ma una volta che ha messo piede lì dentro dovrà dimostrarlo,” ha così ricordato Pedro prima di concludere.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.