DichiarazioniFormula 1

Andretti-Cadillac, quale la possibile coppia piloti?

Dopo la news bomba del nuovo possibile ingresso, ora ci domandiamo quali piloti potrebbero essere messi alla guida del team americano

Un nuovo team sembra essere pronto ad entrare in Formula 1, dopo la novità Audi dal 2026. Ma se il team tedesco si unirà ad un team già esistente, Cadillac-Andretti potrebbe andare ad aggiungere due nuove monoposto in griglia. E quindi, da chi potrebbero essere guidate?

Potrebbe essere prematuro parlarne, visto che di ufficiale ancora non vi è niente, eppure alla sola fuga di notizie, vi è stata un eccitazione non indifferente. La partnership tra Cadillac e Andretti potrebbe portare alla creazione di un nuovo team in Formula 1, il che chiaramente apre di conseguenza ad un quesito non indifferente. Quali piloti andrebbero a guidare le monoposto?

Due nuovi posti nella massima serie automobilistica, un sogno per molti, una speranza per altri. Abbiamo visto come con la conclusione della stagione 2022, molti piloti, anche di un certo livello, sono rimasti senza sedile. Vuoi per un motivo, vuoi per un altro, non correranno più in Formula 1. A meno di avvenimenti particolari. Come potrebbe essere l’avvento di un nuovo team.

Due posti da coprire, tanti nomi eccelsi

Una caratteristica certa che dovrà avere il futuro team Cadillac-Andretti, è la presenza di almeno un pilota americano. Così da seguire la volontà e l’ideologia di un team che rappresenti al massimo l’esperienza americana e la cultura statunitense. Ecco, così, che la lista di nomi inizia a restringersi un po’…

Colton Herta

Ne avevamo già sentito parlare, come possibile sostituto di Latifi o di Gasly in Alpha Tauri, ma nel 2023 non troverà spazio. Nè, presumibilmente, per gli anni ancora successivi. E allora ecco che il nome di Colton Herta diventa molto plausibile.

Di nazionalità statunitense, per cui perfettamente in regola per le volontà del team Cadillac, il problema di Herta è sempre il solito: la supelicenza. Motivazione che lo ha tenuto fuori dalla griglia 2023. Certo che, da qui al 2026, anno di possibile ingresso del team, di opportunità per prenderla ne avrà.

Logan Sargeant

Logan, nuovo pilota Williams, farà il suo debutto quest’anno, e diventerà così il primo pilota americano a guidare una monoposto Formula 1 dal lontano 2015. Appare dunque chiaro, che essendo anch’esso americnao, e con già un sedile per le prossime stagioni, potrebbe essere un profilo ideale per il team Cadillac!

Alex Palou

Il fresco vincitore dell’IndyCar, Palou ha già dimostrato di essere in grado di tenere i ritmi della Formula 1. Lo abbaimo anche già visto all’azione in una monoposto, la McLaren nelle FP1 del grand Premio degli Stati Uniti 2022. Anche se in quell’occasione, non ha potuto spingere al limite la sua vettura. Anche per il pilota spagnolo, quindi, l’idea di guidare la Cadillac F1 non è poi così remota.

Daniel Ricciardo

Come dimenticarsi dell’australiano. L’honey badger, appiedato da McLaren un anno prima della scadenza del contratto, ha ancora tanto da dire nel mondo delle corse, e sarebbe più che pronto a rimettersi in gioco. E quale miglior occasione del team Andretti-Cadillac? Lui che americano non è, ma che mai ha nascosto il suo amore per la terra e la cultura oltreoceano. Amato dagli stessi tifosi a stelle e strisce, il binomio Cadillac-Ricciardo potrebbe far felice molti…

Fernando Alonso

No. Non abbiamo scritto male. Fernando Alonso. Il vecchio leone spagnolo sta dimostrando di essere ancora un pilota di altissimo livello, e la sua voglia di continuare è alle stelle. Ecco dunque che anche lui, una volta terminato il suo contratto con Aston Martin, potrebbe fare un pensierino al team Andretti. Tra le altre cose, a lui già familiare. In molti si ricorderanno dei suoi 27 giri in prima posizione durante la gara Indy 500 di qualche anno fa. Che possa, dunque, questa accoppiata ripresemntarsi in futuro anche in Formula 1?

Gabriele Bonciani

Fiorentino, laureato in Economia e Turismo, grandissimo amante delle quattro ruote. Mi sono innamorato della Ferrari grazie a Vettel, che mi faceva urlare ed emozionare davanti allo schermo. Poter scrivere del mio sport preferito mi rende orgoglioso e voglio coltivare sempre più questa passione. Nella speranza di tornare a gioire al più presto... #essereFerrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button