DichiarazioniFormula 1

Vasseur: “Chiesto il parere di Peter Sauber prima del rebrand”

Il Team Principal Alfa Romeo svela alcuni retroscena riguardanti il cambio nome della scuderia svizzera

Frederic Vasseur, Team Principal Alfa Romeo, parla del cambio nome della scuderia e dei propositi del team di Hinwil per la prossima stagione

Alfa Romeo, marchio italiano legato come partner alla Sauber dal 2018, nel 2019 è diventato il nome ufficiale della scuderia svizzera con sede ad Hinwil. Sebbene la scuderia abbia continuato a denominare le proprie vetture con la sigla “C”, la scorsa stagione è stata la prima dal lontano 1993 senza una vettura Sauber in griglia. Ai microfoni di Motorsport.com, l’ingegnere francese Frederic Vasseur si è detto non preoccupato dai possibili contraccolpi dovuti all’abbandono del nome Sauber.

“Non ero assolutamente preoccupato. Quando parlammo con Alfa, la prima persona che chiamai fu Peter (Sauber)” – afferma Vasseur – “La reazione di Peter era veramente importante per me“. Per il Team Principal della scuderia satellite Ferrari, la fiducia di Sauber nel progetto è stata una componente predominante nella scelta. “Peter mi disse: ‘Se pensi che ciò comporti un passo avanti per il team, fallo ed avrai il mio supporto‘”.

Vasseur poi dichiara: “E’ stato un momento importante per l’azienda. Con Alfa abbiamo un accordo a lungo termine, sappiamo di poter costruire qualcosa solo con questo tipo di visione. Non si può creare qualcosa con progetti di tre mesi”. Quest’ultima affermazione scaccia i dubbi in merito ad un possibile abbandono del marchio italiano da parte della scuderia dopo una stagione dall’andamento altalenante.

IL FUTURO DELL’ALFA

Il 2019 è stato un anno difficile da decifrare per il team svizzero. La prima parte di stagione è stata un crescendo per Alfa, anche grazie alle ottime prestazioni di Kimi Raikkonen. Al ritorno dalla pausa estiva però i risultati non sono stati all’altezza delle aspettative, con i piloti raramente a punti e performance deludenti. Nonostante ciò, Vasseur è ancora ottimista, con la squadra che è comunque riuscita ad ottenere più punti della stagione precedente ed è in costante crescita.

“L’anno scorso venivamo dal nulla, siamo stati molto opportunisti ed abbiamo conquistato quanto più potevamo” – prosegue Vasseur – Questa stagione siamo stati meno “cattivi”, non abbiamo approfittato di alcune delle opportunità concesse. Alla fine abbiamo comunque conquistato più punti della stagione precedente, è un passo importante. Abbiamo accorciato il gap dai top team dello 0.7%, è molto. Certo, non possiamo essere completamente soddisfatti, ma penso possiamo essere ottimisti”.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button