DichiarazioniFormula 1

Un film dedicato a Lella Lombardi e alle donne del Motorsport

“Beyond Driven” è documentario celebrativo sulla carriera della piemontese e sulle donne del Motorsport che lavorano duramente per arrivare all’apice

“Beyond driven” è un documentario dedicato alla vita di Lella Lombardi e alle donne che hanno fatto e stanno facendo la storia dell’automobilismo.

Riyaana Hartley e Vincent Tran hanno realizzato un film che aiuta a conoscere Lella e a scoprire la carriera di alcune donne che lavorano duramente per raggiungere l’apice del motorsport. Nel 2020 l’automobilismo rimane ancora prettamente uno sport maschile, ma la percentuale di donne aumenta sempre di più. Sempre più spesso vediamo lavorare e correre donne di talento che hanno coltivato la loro passione per i motori. Questo documentario ha l’intento di celebrare le carriere di queste straordinarie personalità.

LA STORIA DI LELLA LOMBARDI

Ampio spazio viene dunque dedicato ad una donna che è entrata nella storia della Formula 1, Lella Lombardi. All’anagrafe Maria Grazia, nasce a Frugarolo il 26 marzo 1941, da una modesta famiglia. Fin da piccola ha mostrato una particolare attrazione per la velocità e i motori. Infatti, all’età di 13 anni ha iniziato a guidare un automobile, per poi continuare a coltivare la sua passione.
Con la sua determinazione e grinta è stata la prima e unica donna a conquistare dei punti, e la seconda, dopo Maria Tersa de Filippis, ad aver avuto la possibilità di correre nella Categoria Regina.

E’ il GP di Spagna, corso sul circuito del Montjuich corso nel 1975, che consacra la piemontese, facendola entrare nella storia della Formula 1. Si è trattato di un weekend turbolento. Infatti, i piloti boicottarono le prove del venerdì in segno di protesta, nei confronti del pessimo stato in cui avevano trovato la barriere di sicurezza. Le minacce degli organizzatori riuscirono a far ripartire l’evento con le qualifiche del sabato. Lella, al volante di una March 751 ottenne il 24esimo tempo.

La domenica Emerson Fittipaldi rinunciò alla gara, il fratello Wilson e Arturo Merzario, invece, decisero di fermarsi dopo un solo giro in segno di protesta. Al 25esimo giro Rolf Stommelen perse l’alettone della sua Hill che volò in mezzo alla folla, provocando 4 vittime e numerosi feriti. La gara venne sospesa, e per la prima volta nella storia della Formula 1, ai piloti venne assegnato un punteggio dimezzato poiché non era stata percorsa la distanza minima. Al momento della sospensione la Lombardi si trovava in sesta posizione, posizione che le valse mezzo punto in classifica.

“DOBBIAMO SOSTENERE LA NUOVA GENERAZIONE”

Il documentario, presentato lo scorso anno a Cannes, è un incontro tra passato e futuro. Racconta le storie e raccoglie le testimonianze di Lella Lombardi, Desiré Wilson, Divina Galica e Giovanna Amati; così come quelle della nuova generazione. Sono infatti presenti anche interviste a Carmen Jordà, Alice Powell, Beitske Visser, le sorelle Amna e Hamda Al Qubaisi e Tatiana Calderón.

I registi del film hanno così commentato: “Per una donna non è impossibile competere per il podio di Formula 1, non è qualcosa di improbabile, ma qualcosa che un giorno accadrà. Dobbiamo iniziare a sostenere questa nuova generazione di donne incredibilmente talentuose che sta arrivando”.

Topics
Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close