DichiarazioniFormula 1

Hamilton a favore di una Formula 1 al femminile

Il pilota della Mercedes strizza l’occhio all’ingresso delle donne in veste di pilota, sperando che nel corso degli anni queste riescano a sconvolgere il circus

In un mondo sportivo che solo negli ultimi anni ha visto una certa apertura une confronti delle donne, il pilota britannico si schiera a favore delle presenze femminili in Formula 1

Per Lewis Hamilton si tratta della sfida del futuro. Vedere una donna conquistare una gara automobilistica o, perché no, un mondiale in Formula 1 sarebbe sicuramente un enorme passo avanti per l’intero Circus.

Il sei volte campione del mondo, quindi, spera di poter avere la possibilità di vedere con i propri occhi una ragazza salire sul gradino più alto del podio. Del resto, secondo il pilota inglese, questo rappresenterebbe un’apertura non da poco per uno sport molto spesso limitato alle sole presenze maschili.

SULLE ORME DI LELLA LOMBARDI

Finora, l’unica ad aver raggiunto un risultato degno di nota è stata Lella Lombardi. Durante il Gran Premio di Spagna del 1975, infatti, la sua vettura ha tagliato il traguardo in sesta posizione.

Sulla scia di quanto ottenuto ormai più di quarant’anni fa, Hamilton è convinto che questi siano i passi avanti di cui la Formula 1 avrà bisogno in futuro. Anzi, il pilota della Mercedes è convinto che prima o poi arriverà qualcuna in grado di lasciare tutti a bocca aperta.

Spero che, a un certo punto, arrivi una donna giovane e forte in grado di distruggere la griglia di partenza. Non sarebbe qualcosa di fenomenale?”.

Secondo Hamilton, una ragazza in Formula 1 sarebbe sicuramente qualcosa di sconvolgente. Un po’ come lo è stata Tatiana Calderon, anche se il suo debutto in Formula 2 non è stato del tutto soddisfacente. Al di là dei risultati, però, l’arrivo di Tatiana è stato sicuramente qualcosa di rivoluzionario all’interno del Circus.

DA ANNI PROMOTORE DELLE DIFFERENZE SANE

Il pilota della Mercedes, tuttavia, punta ancora più in alto. Hamilton non punta solamente a vedere delle donne in Formula 1, ma da anni lotta contro le differenze e si schiera a favore dell’inclusione in uno sport in cui anche il portafoglio comincia a diventare troppo presente.

Voglio aiutare alcuni giovani. Voglio aiutare a cambiare questo sport in qualche modo, per renderlo ancora più eterogeneo. Voglio incoraggiare le squadre a differenziarsi e voglio che lo sport diventi più accessibile”.

Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button