DichiarazioniFormula 1

Tost: “Con 23 gare nel calendario 2021 siamo davvero al limite”

Franz Tost e Frederic Vasseur hanno commentato lo scenario che vedrà allargare il calendario a 23 appuntamenti

I team principal esprimono dei dubbi sul calendario Formula 1 della prossima stagione. Le 23 gare in programma sono da tutti considerate come un limite da non oltrepassare

La Formula 1 ha provvisoriamente programmato 23 gare per il calendario della prossima stagione, con l’Arabia Saudita che si unirà al Circus per la prima volta. Quello del 2021 sarà a tutti gli effetti il campionato più lungo della storia, che richiederà un impegno gravoso a team e addetti ai lavori.

Osservando il calendario, si nota soprattutto che la seconda parte del campionato è stata sovraccaricata di eventi. Quando la Formula 1 tornerà dalla pausa estiva si troverà infatti ad affrontare una doppia tripletta. Prima Belgio, Paesi Bassi e Italia. Poi, dopo una settimana di pausa, spazio a Russia, Singapore e Giappone. Un vero e proprio autunno caldo, posizionato in una fase cruciale della stagione. Sei appuntamenti potenzialmente decisivi per le sorti del mondiale da vivere tutti in rapida successione.

“Ho osservato il calendario e c’è da essere preoccupati. Si può fare, ma siamo al limite. Un limite assoluto che non può assolutamente essere oltrepassato“, ha detto con chiarezza Franz Tost. Chiaramente un calendario di questo tipo è più penalizzante per i piccoli team, i quali con un personale e uno stock di pezzi di gran lunga inferiore a quelli di Mercedes o Ferrari, si troveranno davanti ad un’autentica maratona.

A fargli eco c’è anche Frederic Vasseur, team principal dell’Alfa Romeo. “Fare 23 gare in 8 mesi sarà davvero tosta. Sarà uno sforzo immane per meccanici e tecnici. Chiaramente, quando sei un piccolo team e hai pochi pezzi di ricambio è tutto molto più difficile. Ma sarà una sfida per tutti“. La logistica sarà ulteriormente complicata anche a causa del Covid-19. Infatti, il virus non è ancora stato debellato, e sul futuro permangono molte incognite. Che riguardano anche i team di Formula 1, alle prese con difficoltà sportive ed economiche.

 

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.