DichiarazioniFormula 1

Steiner punta sull’entusiasmo: “Correre in Formula 1 è un privilegio”

Haas non crede che il 2021 porterà grossi passi avanti dal punto di vista prestazionale e punta sulla spinta morale data dai rookie

Guenther Steiner accende l’entusiasmo in vista della stagione 2021: dai rookie una nuova spinta emotiva per superare le difficoltà del passato

Il team Haas affronterà per il primo anno dalla sua fondazione una stagione mettendo in macchina due piloti rookie. Il 2021 sarà la prova del fuoco per Mick Schumacher e Nikita Mazepin, due giovani prospetti promossi dalla Formula 2; il primo con il titolo in tasca, il secondo grazie a un 2020 sopra le aspettative. Steiner spera che il tanto entusiasmo possa essere trasmesso nella squadra, rivitalizzando un ambiente che ha visto spegnere la spinta iniziale data dall’ingresso in Formula 1.

“Credo che siano consapevoli di guidare una vettura non di vertice, ma faranno comunque parte di un team di Formula 1 e questo per loro deve essere un privilegio, ha detto Steiner a GPFans Global. “Devono essere intelligenti e prendere questo come un anno di apprendimento, perché per noi si tratta di una stagione di transizione. Spero che la situazione possa cambiare nel 2022, dove penso potremo guadagnare posizioni sulla griglia di partenza.”

LA SCELTA DI PUNTARE SU DUE PILOTI ROOKIE

Come detto a più riprese dal team principal Haas, il 2021 non porterà grosse novità in termini di competitività del mezzo. La nuova vettura americana spera di rivelarsi risolutrice di alcuni problemi che hanno portato Haas sul fondo della griglia nell’ultima stagione. Tutto ciò condito dalla consapevolezza che già giocarsi la zona punti sarebbe un traguardo appetitoso quest’anno.

“Questo cambiamento darà un boost di energia a tutta la squadra”, ha proseguito Steiner. “Il pilota è la punta di diamante di una scuderia di Formula 1 e a volte quello che serve è rivitalizzare l’ambiente con qualche novità. Essendo per loro (riferendosi ai suoi due piloti ndr.) tutto nuovo è emozionante e puoi vederli crescere. Il fatto di avere l’opportunità di gareggiare in Formula 1 dovrebbe permettergli di portare tanta energia positiva nel team.”

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.