Curiosità dalla F1Formula 1

La Ferrari vende i suoi tesori: due caschi e un V12

La scuderia di Maranello ha messo all’asta dei veri e propri cimeli. I più fortunati potranno mettere le mani su oggetti da collezione imperdibili per qualunque appassionato

Il noto ristorante “Il Cavallino” di Maranello non si limitava a servire portate ai tavoli dei clienti, ma li deliziava con esposizioni museali di tutto rispetto. Tra qualche giorno, tutto questo sarà in vendita

A Parigi, il 6 febbraio, verranno messi all’asta dei veri e propri cimeli della storia della Formula 1; proprio di quelli che non possono mancare nella collezione personale di un grande appassionato di motori. In vista della ristrutturazione dello storico ristorante “Il Cavallino” di Maranello, che ha ospitato personaggi famosi del calibro di Enzo Ferrari, caschi, poster, dediche e l’ultimo motore V12 montato dalla Rossa verranno venduti al miglior offerente.

Cosa sarà possibile comprare? Di tutto. Nella collezione figurano poster in bianco e nero di Niki Lauda e Gilles Villeneuve, passando per i caschi di Michael Schumacher e Fernando Alonso, per arrivare a pezzi delle stesse vetture, e non solo. Un evento questo che segna il passaggio di testimone tra il precedente proprietario del locale, Giuseppe Neri, morto nel 2015, e il suo successore, lo chef Massimo Bottura.

FERRARI VENDE I SUOI TESORI: CASCHI, POSTER, MOTORI E VOLANTI ALL’ASTA

Si tratta di quasi 170 pezzi in totale, tra cui persino alcuni pezzi della Ferrari 641 di Alain Prost; il prezzo di partenza? Tra i 20.000 e i 30.000 euro; sarà anche possibile acquistare il volante della 412 T2 di Jean Alesi e Gerhard Berger del 1995. Ma forse il pezzo più pregiato, e anche quello più costoso, è il motore V12 da 3,0 litri della Ferrari 412 T2 del 1995, uno degli ultimi V12 della monoposto di Maranello, valutato tra i 70 e gli 80.000 euro.

Ma non è finita qui! Come riporta Soymotor.com, tra gli oggetti presenti all’asta, ci sarà anche il coprimotore della F2002 con cui il Kaiser vinse il suo terzo titolo con Ferrari e il casco che il tedesco indossava nel 2005, oltre a quello di Fernando Alonso della stagione 2010. Saranno inoltre vendute una scultura di un cavallino rampante di Domenico Poloniato, volanti, orologi e valigie.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.