DichiarazioniFormula 1

Schumacher: “Hamilton messo a dura prova dal successo”

Secondo il fratello del Kaiser, la Mercedes non può pagare 40 milioni al sei volte campione del mondo, per la crisi causata dal Covid. L’ipotetico ritiro perciò potrebbe essere uno strumento di contrattazione

Ralf Schumacher afferma che il successo potrebbe aver messo a dura prova Lewis Hamilton. Il britannico non garantisce la sua presenza in Formula 1 dopo questa stagione

Dopo la vittoria del GP dell’Emilia Romagna che ha permesso al sei volte campione del mondo di ottenere la sua 93esima vittoria e la conquista del settimo titolo mondiale sempre più vicina, Ralf Schumacher afferma che il successo potrebbe mettere a dura prova Hamilton. Quest’ultimo aggiunge che potrebbe lasciare la Formula 1. Qualora il britannico dovesse ritirarsi alla fine di questa stagione, sarebbe la seconda volta in cinque anni che un campione del mondo si ritiri appena dopo aver ottenuto il titolo mondiale.

Nico Rosberg lo fece dopo esser diventato campione del mondo nel 2016.“Quello che otterrà tra non molti Gran Premi sarà il settimo titolo, non è un numero indifferente. E’ parte della storia di questa categoria automobilistica, lascerà indubbiamente il segno. Per anni ha sacrificato la sua vita, tra viaggi, diversi spostamenti anche ravvicinati dati i suoi innumerevoli interessi, questo richiede molte energie afferma a Speedweek Ralf Schumacher, l’ex pilota di Formula 1.

L’ IPOTETICO RITIRO E’ UNO STRUMENTO DI CONTRATTAZIONE?

Schumacher afferma che la Mercedes non è disposta a pagare 40 milioni a Hamilton, vista la difficile situazione finanziaria generata dal Covid-19. Il britannico potrebbe quindi prendere in considerazione il ritiro ma soltanto come strumento di contrattazione, ipotizza Schumacher. Il pilota tedesco afferma che la maggior parte dei piloti possa vincere le gare con la W11 di oggi, ma ciò che Hamilton ha ottenuto è incredibile perché è lui stesso a fare la differenza. “Hamilton è un pilota forte, intelligente e costante. Nessun altro può essere come lui o può fare il suo stesso percorso. E’ un pilota di prima classe dichiara.

MERCEDES OTTIENE IL SUO SETTIMO COSTRUTTORI A IMOLA

La Mercedes ottenendo il suo settimo mondiale costruttore consecutivo ha effettuato un nuovo record in Formula 1. “C’è sempre stato il predominio in Formula 1. Dalla McLaren, dalla Williams, dalla Ferrari. Adesso c’è la Mercedes. Ciò è dovuto principalmente alla power unit. Il motore Mercedes è nettamente superiore rispetto gli altri. L’intero team poi è incredibile, la loro organizzazione e unione è unica“.

“Raramente commettono errori. La Red Bull quest’anno sta mostrando dei grandi miglioramenti, è il team che più si avvicina alle frecce di Brackley. Dobbiamo congratularci con la Mercedes, ciò che hanno realizzato e ottenuto è incredibile. Dobbiamo inchinarci davanti questo risultato, per quanto non piaccia a tutti” afferma per concludere Schumacher.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.