DichiarazioniFormula 1

Red Bull, Horner: “Aston? La seconda miglior squadra del lotto”

Anche a detta del team principal britannico la squadra di Lawrence Stroll sembra davanti alla Ferrari. Malgrado ciò queste sono riflessioni basate unicamente sui risultati di una sola gara, motivo per cui per avere un quadro più chiaro bisognerà aspettare qualche altra tappa

Al termine del Gran Premio del Bahrain, Christian Horner ha avuto occasione di parlare con i media sulla forza della Red Bull e su quella degli avversari – in quest’ultimo caso facendo riferimento ad Aston Martin

Conclusosi il Gran Premio del Bahrain i più hanno espresso il loro pensiero su una Red Bull dominante per tutto l’arco della stagione. Non che Milton Keynes non fosse data già per favorita, il risultato della prima gara ha però rincarato la dose. È probabile che Red Bull le vinca tutte, aveva affermato (non casualmente) George Russell alle interviste. Davanti a tutte queste aspettative, Christian Horner è arrivato a sopirle; proprio come farebbe un qualsiasi bravo team principal.

“Penso che il problema è che abbiamo una sola tipologia di dati, raccolti unicamente sulla pista del Bahrain. Quindi non diamo nulla per scontrato“, aveva detto il manager britannico ai media al termine della corsa“Vedremo come andranno le cose fra un paio di settimane a Jeddah, e poi a Melbourne. Dopodiché […] avremo un quadro più chiaro di quali sono i punti di forza ed i punti deboli della nostra macchina e di quelle della concorrenza”.

Quel che abbiamo davanti sarà il campionato più lungo della storia della Formula 1, torna così più prepotente che mai il discorso sulla costanza. “Ventitré gare sono come una maratona. La chiave sarà quella di essere il più possibile regolari lungo tutto il percorso. Oggi è stato un buon inizio, ma ci aspettiamo che i nostri rivali tornino forti”.

“Le persone hanno una memoria corta in questo campo, e tu sei bravo solo quanto la tua ultima gara. Oggi siamo gli eroi, domani potrebbe esserlo Ferrari, o Mercedes, o Aston Martin. Come non dargli ragione. Ricordiamoci infatti quando dodici mesi fa era proprio la Rossa la favorita al mondiale, e poi è andata come è andata.

“Perciò credo che nessuno di noi si stia facendo trasportare da questo successo. È solo l’inizio della maratona. La superficie di questo circuito è unica. Aspettiamo e vediamo cosa succederà a Jeddah e Melbourne, ed in qualche altra pista prima di dire arrivare a chissà quale conclusione.

ATTUALMENTE ANCHE MEGLIO DI FERRARI

Anche se fin dalla sessione di test ci si aspettava una Aston Martin piuttosto forte, non si può dire che non sia stato sorprendente vedere a che livello si è presentata la AMR23. Proprio a tal proposito, Horner ha voluto dedicare qualche parola: “Sono sono sembrati davvero forti in gara. È stato bello vedere Alonso là sul podio, dà ai quarantenni la speranza che ci sia ancora vita per un vecchio ragazzo”.

Red Bull, Horner: "Aston? La seconda miglior squadra del lotto"
Max Verstappen, Sergio Perez e Fernando Alonso sul podio del Gran Premio del Bahrain – credits: RedBull ContentPool.

“Ha corso veramente bene. Voglio dire, lui è ancora molto competitivo, e loro ha dato l’impressione di essere una buona vettura”. Per poi continuare dando una sua gerarchia sulle forze in campo: “Sulla base del risultato del solo Gran Premio che abbiamo corso, si può dire che Aston Martin sia la seconda miglior squadra del lotto.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio