DichiarazioniFormula 1

Quale sarà il futuro di Mick Schumacher?

Con l’avvicinarsi dell’ultimo appuntamento stagionale, andranno prese delle decisioni in casa Haas per il 2023

Sappiamo che il sedile di Mick Schumacher in Haas è in bilico per la prossima stagione, a causa delle sue prestazione e dei rapporti deteriorati nel team. Che ne sarà di lui per il 2023?

Molte indiscrezioni vedono Schumacher lontano da Haas e dalla Formula 1 per la prossima stagione sportiva. C’è addirittura chi dice che Guenther Steiner abbia già pronto il contratto per il suo sostituto, Nico Hulkenberg. E che possa addirittura essere annunciato nella giornata di oggi. Certo è che, se così fosse, dovremmo salutare Mick, per il quale non vi sarà posto in griglia nel 2023.

Il team Williams e l’unico ancora con un sedile vacante, che però con ogni probabilità andrà a Logan Sargeant, in attesa della super licenza. Ecco dunque che Mick si aggiungerebbe a Ricciardo alla lista dei grandi esclusi per il 2023. E se, come visto, Daniel potrebbe rimanere comunque in ottica Formula 1 come terzo pilota Mercedes che ne sarà di Mick?

Wolff: “La famiglia Schumacher appartiene a Mercedes”

La testata giornalistica Auto Motor und Sport ha suggerito quello che potrebbe essere il futuro di Mick: un ruolo in Mercedes. Quale? Proprio il pilota di riserva, per il quale abbiamo visto essere in lizza anche Ricciardo. E allora chi dovrebbe scegliere Toto Wolff? In una recente intervista a RTL, l’austriaco ha risposta proprio a questa domanda.

Non so quale sia la posizione di Mick con Haas. Ma non è un segreto che la famiglia Schumacher è strettamente legata a noi, ed il valore di Mick è molto alto dal nostro punto di vista. Fatto sta che per lui, adesso, la priorità deve essere assicurarsi un sedile fisso per la prossima stagione“.

Certo è che in assenza di un sedile, la prospettiva di pilota riserva Mercedes, per Mick, non è affatto male. Potrebbe essergli molto utile soprattutto per il 2024, anche perché ricordiamo che il terzo pilota Mercedes, da contratto, può guidare, all’evenienza, una qualsiasi altra vettura motorizzata dal team di Brackley. Schumacher potrebbe dunque andare a ricoprire quel ruolo che quest’anno abbiamo visto fare a De Vries.

Ma quale è il pensiero di Mick? Lui ha sempre fatto capire come la priorità sia rimanere in F1 il più a lungo possibile. Anche rispondendo alle parole di Ecclestone, che gli suggeriva di “scordarsi la Formula 1”, ha ribadito le sue volontà. “E’ difficile scordarsi la Formula 1. La amo troppo e per questo non ho intenzione di farlo. Ognuno ha la propria opinione, e a me interessa solo l’opinione di chi mi sta a cuore“.

Con solo due risultati in top-10 raggiunti nell’arco di questa stagione, a Mick rimane solo un’ultima chance, ad Abu Dhabi, per impressionare i rivali, sperando così di ottenere quel tanto desiderato sedie. In alternativa, ci sarà Wolff in agguato

Gabriele Bonciani

Fiorentino, laureato in Economia e Turismo, grandissimo amante delle quattro ruote. Mi sono innamorato della Ferrari grazie a Vettel, che mi faceva urlare ed emozionare davanti allo schermo. Poter scrivere del mio sport preferito mi rende orgoglioso e voglio coltivare sempre più questa passione. Nella speranza di tornare a gioire al più presto... #essereFerrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio