Formula 1Mercato Piloti F1

Williams: cosa succede se Sargeant non ottiene la superlicenza?

Il team inglese ha già dichiarato che il secondo sedile spetta al pilota di Formula 2. Ma prima deve ottenere la superlicenza per guidare in Formula 1

Il secondo sedile della Williams rimane incerto: se Logan Sargeant non dovesse ottenere abbastanza punti per conquistare la superlicenza, il posto rimarrebbe ancora vacante

Logan Sargeant in Williams è un dato che ormai viene dato per certo. Se non fosse per il piccolo dettaglio che il pilota statunitense non possiede ancora la licenza richiesta per guidare in Formula 1. Le possibilità che non la ottenga entro la fine della stagione sono minime, ma non nulle. E quale soluzione adotterebbe lo storico team fondato da Frank Williams in questa eventualità?

Ad Austin Jost Capito ha confermato che Sargeant entrerà in Williams se otterrà il punteggio richiesto dalla FIA, ma non ha rivelato quale sarebbe l’alternativa in caso contrario.

Fino ad ora Sargeant si è guadagnato ben 28 punti. Se dovesse guidare una monoposto per conto della Williams nelle prove libere del Messico e di Abu Dhabi arriverebbe a 30. Con Questo bottino gli sarebbe sufficiente rientrare tra i primi 6 classificati del Campionato di Formula 2 per assicurarsi la promozione. Dal momento che al momento occupa la terza posizione, la cosa viene ormai data per certa . Ma la Formula 1 ci ha ormai abituati a sorprese dell’ultimissimo minuto, quindi bisogna stare sempre all’erta.

Esiste un’alternativa?

Autosport ha chiesto a Capito se esista un piano B, ma la risposta è stata piuttosto enigmatica: “Sì, ma non concreto. Non un nome”.
C’è da dire che la Williams sembrava effettivamente avere altri piani , tutti conclusi senza um nulla di fatto.

Al posto dell’uscente Nicholas Latifi, infatti, il primo nome papabile era quello di Oscar Piastri , poi conteso tra Alpine e McLaren e infine ingaggiato da quest’ultima. Successivamente la scuderia aveva pensato a Nyck De Vries, che aveva già guidato per il team con ottimi risultati. L’Alpha Tauri, però, è stata più veloce e l’olandese affiancherà Yuki Tsunoda per il 2023.

Sargeant, comunque, non è una scelta di ripiego. Secondo Capito, le sue prestazioni nella categoria inferiore avevano già convinto il team a partire da Silverstone. Il pilota, inoltre, avrà la possibilità di dare prova delle sue abilità durante le prove libere.
A tal proposito, il team principal ha spiegato che queste occasioni serviranno per “rendere il rischio il più basso possibile“, oltre che per aiutare lo statunitense a prepararsi all’anno prossimo.

Vogliamo preparare Logan nel miglior modo possibile. Questo vuol dire massimizzare il tempo nella vettura quest’anno, per questo gli daremo tre FP1“, ha detto. “Gli dà punti addizionali per la superlicenza, che di sicuro non fanno male. E poi farà anche i test ad Abu Dhabi“.

Ora fa tutto parte della preparazione per portare Logan nella miglior posizione possibile in vista della prossima stagione“, ha concluso.

Silvia Gentile

Sono Silvia, vengo da Torino e sono laureata in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo. L'amore per la Formula 1 è nato solo qualche anno fa, in maniera improvvisa e inaspettata, ma da allora uno dei miei desideri è quello di raccontarne le vicende e i protagonisti a chiunque abbia voglia di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button