Formula 1Mercato Piloti F1

Haas: fuori Schumacher, dentro Hülkenberg?

Nella giornata di mercoledì dovrebbe arrivare la comunicazione ufficiale del team statunitense

Nico Hülkenberg prenderà il posto di Mick Schumacher in Haas il prossimo anno?

Il percorso del giovane Mick Schumacher in Haas sembra avere i giorni contati. Se nel 2021 il tedesco era un rookie della categoria, e guidava una monoposto davvero poco performante, nel 2022 il team a stelle e strisce avrebbe voluto vedere un suo salto di qualità che, purtroppo, non c’è stato. Al momento, si susseguono rumors riguardanti la sua sostituzione con un altro tedesco: Nico Hülkenberg. Il 35enne Hülkenberg, infatti, sembra essere il prescelto da Haas per essere compagno di squadra del già confermato Magnussen.

Ma quando Haas comunicherà qualcosa? Si suppone il giorno mercoledì 16 novembre. Dal canto suo, il team principal Steiner non ha voluto, però, dare indizi particolari sulla questione e le domande a riguardo sono state eluse con un enigmatico: “Dobbiamo solo decidere come annunciare ciò che vogliamo annunciare. Gene Haas ha già preso la sua decisione“. 

Rimangono aperte possibilità per Schumacher?

Con l’eventuale approdo di Hülkenberg in Haas, la permanenza in Formula 1 di Schumacher giunge momentaneamente al suo termine. Oltre al suo sedile, infatti, l’unico sedile ancora ufficialmente disponibile è quello del canadese Latifi, che verrà sostituito a fine stagione. Tuttavia, il papabile sostituto c’è già: Logan Sargeant. L’unica possibilità che ha Schumacher di rimanere nella massima categoria per il 2023 è sperare che Sargeant non conquisti i punti necessari ad Abu Dhabi per ottenere la super licenza. 

Sembra, quindi, che con la probabile coppia Magnussen-Hülkenberg Haas abbia deciso di puntare tutto sull’esperienza. Al contrario della stagione 2021, che vedeva il team esordire con i due rookie Schumacher e Mazepin, nel 2023 la squadra a stelle e strisce adotterà una strategia differente. Con una buona competitività della monoposto e una line-up di grande esperienza, forse, la prossima stagione si potrà vedere una Haas diversa, e magari anche vincente. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button