Formula 1Presentazioni F1

Presentazioni delle vetture 2022: settimana di fuoco!

Red Bull, Aston Martin e McLaren: da mercoledi a venerdi si tolgono i veli a tre attesissime protagoniste del prossimo mondiale

Si fa fitto il calendario delle presentazioni delle vetture per il mondiale 2022: questa settimana è il turno di tre squadre molto attese

Febbraio è da sempre il mese delle presentazioni delle nuove vetture, ed anche il 2022 non fa eccezione. Dopo aver visto le novità della Haas, presentata lo scorso venerdi e non priva di spunti di interesse, anche se ancora in veste provvisoria, la settimana entrante promette faville.

Mercoledi 9 è il turno della Red Bull del campione in carica Verstappen. Grande è la curiosità nel rivedere il numero 1 comparire di nuovo sulla carrozzeria di una monoposto, ma ancor più eccitante è l’attesa per le soluzioni tecniche studiate da Adrian Newey. Inutile aspettarsi le versioni definitive di ali o diffusori. Questi particolari verranno sicuramente montati a Barcellona, per evitare che gli avversari copino le idee più innovative.

Eppure a livello di sospensioni, pance e configurazione del muso si potrà già capire l’indirizzo progettuale intrapreso dalla squadra del campione in carica. E le aspettative sono molte.

Ricompare il pull-rod all’anteriore? E quale configurazione verrà scelta per le bocche di raffreddamento?

Il giorno dopo sarà il turno dell’Aston Martin. La scuderia “degli Stroll” è reduce da un’annata molto deludente, ma ha completato un “mercato tecnici” assai ricco. E quindi dalla nuova vettura ci si attendono particolari interessanti già in sede di presentazione.

Presentazioni vetture
© f1.com

Vista l’importanza nello stabilizzare la piattaforma aerodinamica sarà fondamentale capire lo schema sospensivo adottato, soprattutto all’anteriore. Voci di corridoio suggeriscono che qualche progettista abbia deciso di reintrodurre lo schema pull-rod. Si tratta di una soluzione sacrificata negli ultimi anni alla necessità di avere spazio libero per l’aria sotto il muso. Ma che potrebbe tornare in voga perchè assicura un baricentro più basso e un diverso comportamento del muso in fase di affondamento. Saranno i verdi inglesi i primi ad adottarla?

Venerdi sarà il turno della McLaren, una delle scuderie più attese

Infine la settimana si chiuderà con il disvelamento di una delle vetture più attese. La McLaren di Ricciardo e Norris è chiamata al definitivo salto di qualità, dopo le ultime due stagioni in netto progresso. A Woking non sono soliti fare salti in avanti troppo rischiosi. La crescita delle ultime annate è frutto di un metodo di lavoro organizzato e razionale, non di soluzioni estemporanee.

calendario presentazioni monoposto formula 1 2022
Credit: Pirelli Press Area

Stavolta, col nuovo regolamento, vedremo se gli uomini di Seidl e Brown si sono spinti più avanti, adottando qualche trucco interessante visibile già dalle prime foto. Occhio alle sospensioni, ovviamente, ma anche alla forma delle pance. Fondamentali, queste ultime, per capire come sono state intrepretate le nuove regole che consentono di nuovo l’adozione dell’effetto suolo.

 

David Bianucci

Mi chiamo David Bianucci, nato a Prato ma trasferito per amore e lavoro sui colli Euganei in provincia di Padova. Sono uno sportivo a livelli di fanatismo, ho praticato la pallanuoto per vent'anni e ora faccio i campionati di nuoto Master. Ma le sensazioni più forti me le ha sempre regalate la Formula 1, sin da quando a nove anni ho visto il Gran Premio di San Marino del 1981. Sono seguite sveglie notturne per vedere i gran premi asiatici, autentiche fortune spese in riviste specializzate, giornate tra le frasche del Mugello per guardare girare di nascosto Michael Schumacher. Essere diventato nel frattempo Ingegnere Meccanico non ha migliorato la cosa... Scrivo perchè non posso fare niente per evitarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio