Formula 1Gran Premio Australia

Perché Alonso è stato penalizzato in Australia?

Ecco i motivi per cui lo spagnolo è stato sanzionato in seguito a una “manovra insolita”, effettuata durante l’ultimo giro a Melbourne

Effettuata l’analisi della telemetria in Australia: Fernando Alonso ufficialmente penalizzato di 20 secondi

Il Gran Premio d’Australia ha regalato non poche sorprese agli amanti del Circus. Nonostante la maggior parte di noi si aspettasse di ascoltare, ancora una volta, l’inno olandese a fine gara, così non è stato. E questo proprio perchè a Melbourne sembra essere accaduto l’impossibile. Tra la doppietta Ferrari (esattamente vent’anni dopo, sullo stesso circuito), i punti dell’Haas e il DNF non solo della Mercedes ma anche di “super Max Verstappen”, la gara è andata in una direzione del tutto inaspettata. Ciò vale anche per Fernando Alonso, che durante il GP d’Australia è stato, invece, fortemente penalizzato.

Il pilota spagnolo è stato sanzionato con una penalità di 20 secondi per aver svolto una “manovra insolita” nel corso dell’ultimo giro del Gran Premio. Manovra che ha indotto, come conseguenza, all’incidente di George Russell, che si è ritrovato a chiedere più volte la bandiera rossa a causa del pericoloso posizionamento della vettura in seguito al violento impatto contro le barriere. Il britannico è fortunatamente rimasto illeso, ma gli steward hanno comunque deciso di esaminare nel dettaglio le circostanze dell’incidente. Con questa penalità, Alonso ha perso due posizioni, agevolando così Stroll e Tsunoda, piazzatosi rispettivamente sesto e settimo nella classifica ufficiale.

Una perdita di velocità inaspettata

Nel corso dell’ultimo giro di pista prima dello sventolamento della bandiera a scacchi, Russell ha cercato di sorpassare il due volte iridato. Nel tratto compreso tra la curva 4 e la 8 la situazione era tranquilla, con entrambi i piloti che mantenevano una velocità costante senza alcun problema significativo. Problema però verificatosi alla fine del rettilineo, quando la monoposto dello spagnolo sembra aver perso potenza e, di conseguenza, ha interrotto improvvisamente l’accelerazione. Mossa che ha sorpreso, e non poco, il pilota della Mercedes, alla guida di una monoposto ancora in piena velocità.

Una differenza di velocità causata dai problemi poi riscontrati alla batteria di Alonso e che, a causa del rallentamento improvviso di quest’ultimo, hanno costretto Russell a una frenata anticipata e decisa. I quattro steward che si sono occupati del caso hanno decretato anche una riduzione di tre punti per il pilota di Oviedo. Questi in aggiunta ai 20 secondi di penalità anticipati. I commissari hanno infatti decretato che: “All’avvicinarsi della curva 6, la vettura 63 (George Russell) si trovava a circa 0,5 secondi di distanza dalla vettura 14 (Fernando Alonso)“. Oltre ai due piloti coinvolti, intervenute anche le scuderie, revisionati i video, le radio e analizzata anche la telemetria.

Martina Romeo

Classe 1999, forse una delle poche toscane con una “c” (quasi) intatta. Laureata in Giornalismo e Comunicazione Multimediale, passo le mie giornate alternandomi tra cinema e scrittura, soprattutto riguardo ad attualità, musica e sport. La Formula 1 è parte integrante della mia vita sin dall’infanzia, soprattutto da quando alla PlayStation la mia scelta ricadeva sempre sul gioco “con la macchina rossa”. Generalmente troppo ironica e spesso affascinata da ciò che non conosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio