Formula 1Gran Premio Australia

GP Australia: Haas fa doppietta nella top ten

Risultato incoraggiante per il team statunitense, che così conquista di diritto, la nomina di outsider a Melbourne

Risultato incoraggiante per Haas che porta entrambe le vetture nella top tep nel GP d’Australia

Il GP d’Australia vede la Haas occupare le ultime due posizioni della top ten, rispettivamente con Nico Hulkenberg e Kevin Magnussen. Il team non conseguiva un risultato simile dal Gran Premio d’Austria del 2022. In questo 2024 è il secondo risultato utile consecutivo, infatti nel GP dell’Arabia Saudita, Hulkenberg ha portato la vettura a punti, ottenendo la decima posizione. La qualifica sottotono disputata ieri, non faceva ben sperare, infatti il tedesco si è qualificato in 16esima posizione, invece il danese in 14esima. Eppure, il risultato conseguito oggi, li pone come outsider della gara.

Dichiarazioni Hulkenberg

La Virtual Safety Car ha permesso a Hulkenberg di avere una svolta in positivo per il suo GP d’Australia, portando così la sua Haas a punti. Infatti il tedesco ha affermato: “La prima Virtual Safety Car mi ha aiutato tanto e riportato nel vivo della lotta. Sono riuscito a guadagnare diverse posizioni e questo ha dato una svolta alla mia gara, migliorandola in modo significativo. Sono veramente felice e ringrazio il team per il grande lavoro svolto. Rispetto alle qualifiche, la monoposto è stata decisamente performante oggi e questo è senz’altro incoraggiante, specialmente se penso alla gara dello scorso anno”.

Dichiarazioni Magnussen

“Ancora una volta abbiamo portato entrambe le vetture in zona punti grazie a un grande lavoro di squadra. La Virtual Safety Car non mi ha aiutato, ma d’altro canto ha aiutato Nico, infatti l’ha riportato nella lotta. Ottenere punti qui è stato davvero fantastico. Tutto ciò è molto incoraggiante ed è un modo differente di approcciarsi alla gara. Lo scorso anno ci siamo svegliati il ​​giorno della gara, sapendo che non sarebbe andata bene. Oggi, invece, mi sono svegliato sapendo che avremmo avuto la possibilità di lottare. Siamo più performanti con il passo gara che con il giro secco, perciò dobbiamo continuare a lavorare per progredire” ha così dichiarato Magnussen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio