Formula 1

McLaren, situazione economica peggiore del previsto

Secondo la rivista statunitentse Forbes la scuderia di Woking potrebbe andare incontro all’accusa di insolvenza prima della metà di luglio

Stando alle ultime voci la McLaren sarebbe in seri guai economici. La scuderia di Woking sarebbe alla disperata ricerca di fondi per colmare ingenti perdite anteriori a quelle causate dalla situazione Coronavirus

Secondo le ultime voci la situazione economica della McLaren non sarebbe tanto rosea. Dopo aver registrato un netto calo delle vendite di automobili per un incasso più basso di circa 80 milioni di sterline rispetto all’anno precedente, news riportano una citatazione in giudizio dei titolari delle proprie obbligazioni da parte della scuderia inglese. L’obbiettivo sarebbe quello di poter utilizzare come ipoteche per ulteriori finanziamenti le vetture storiche di proprietà del gruppo McLaren e la sede di Woking. Altre indiscrezioni vorrebbero il gruppo intenzionato a vendere porzioni minoritarie del team di Formula 1 per coprire le spese.

Come riportato dalla rivista statunitense Forbes, la McLaren potrebbe essere accusata d’insolvenza a meno che gli holders di The Note non concedano al gruppo di vendere alcuni dei suoi assets. Per fare ciò la McLaren avrebbe chiesto aiuto alla giustizia britannica. Il giudice dovrà rilasciare una dichiarazione a favore della scuderia di Woking non oltre il 10 luglio. Questo per garantire le firme dei documenti e l’inizio dei pagamenti prima del 17 luglio, ultima data utile per il gruppo. L’avvocato di Note, però, afferma che i propri clienti abbiano fatto una nuova proposta alla McLaren, poichè non sarebbe da escludere un giudizio tardivo da parte della magistratura.

Se ciò dovesse verificarsi, il gruppo della scuderia fondata da Bruce McLaren potrebbe vedere i propri fondi esaurirsi. Sicuramente questo è un duro colpo per McLaren, specialmente se questa problematicha va ad inserirsi in un quadro ancora più complesso. Lo stop forzato alle gare a causa della pandemia da Coronavirus ha messo in ginocchio moltissimi team del Circus, e la compagine guidata da Andreas Seidl non è esclusa. Per quanto non siano chiare le eventuali ripercussioni nell’ambito della Massima Serie, la situazione è sicuramente delicata ed è costantemente monitorata.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button