Dichiarazioni

McLaren due giovani piloti al debutto in Formula 1

Il team di Woking annuncia l’esordio di Alex Palou e Patricio O’Ward nelle prove libere dei prossimi Gran Premi: Austin e Abu Dhabi

McLaren svela che Alex Palou e Patricio O’Ward saranno al volante della MC36 nelle prove libere di Formula 1 ad Austin e Abu Dhabi

Due nuovi debuttanti in casa McLaren per le prossime gare della stagione di Formula 1 2021, ovvero Alex Palou e Patricio O’Ward. I due giovani piloti impegnati in IndyCar, hanno preso parte a dei test organizzati dal team di Woking a bordo di una Formula 1. E ora per loro, è tempo di provare il grande salto in Formula 1, anche se solo durante le prove libere di un Gran Premio.

Alex Palou farà il suo debutto al GP degli Stati Uniti, durante le prove libere 1 al volante della MCL36 di Daniel Ricciardo, sostituendo l’australiano per quella sessione. Di recente, Alex ha preso parte a un test in Austria al volante della MCL35M, monoposto del team di Woking della stagione 2021.

I test fatti a Barcellona e in Austria, erano incentrati sull’adattamento in Formula 1. La notizia di oggi, è una conferma che quei test sono andati bene e che Alex è pronto per il prossimo passo.

Palou: “Non vedo l’ora di aiutare il team”

“Sono molto emozionato di esordire in un weekend di Formula 1. È fantastico poter guidare negli Stati Uniti davanti ai tifosi, che mi hanno visto guidare in IndyCar. Dopo aver guidato la McLaren MCL35M nei test, ora non vedo l’ora di poter salire sulla MCL36. Non vedo l’ora di poter aiutare il team a prepararsi per il GP degli Stati Uniti,” ha così commentato Alex Palou.

Alex Palou, pilota catalano vive negli Stati Uniti, precisamente a Indianapolis per seguire da vicino la sua avventura in IndyCar. La sua emozione nel poter scendere in pista ad Austin è sicuramente tanta. Una nuova opportunità per proseguire il suo percorso verso la Formula 1, e nel mentre prosegue il suo impegno come pilota di IndyCar con il team Chip Ganassi.

Il prossimo debutto di Palou in una sessione di prove libere di Formula 1, rappresenta il primo per un pilota spagnolo, dopo Carlos Sainz. L’attuale pilota della Ferrari, lo fece nel 2015 ad Albert Park.

Pato O’Ward ad Abu Dhabi

Nel weekend del GP d’Abu Dhabi, sarà la volta di Patricio O’Ward scendere in pista in occasione delle prove libere 1 al volante della MCL36 di Lando Norris.

“Non vedo l’ora di scendere in pista ad Abu Dhabi. Mi sono formato come pilota e mi sono molto divertito a provare la vettura della passata stagione con il team, perciò penso che sarà un’esperienza fantastica guidare la MCL36. Ringrazio il team McLaren per l’opportunità,” ha così commentato O’Ward.

Come è accaduto con Alex Palou, anche Patricio O’Ward pilota messicano ha preso parte ai test con la MCL35M, come da programma per la formazione dei giovani piloti da parte della McLaren.

Il regolamento sportivo obbliga i piloti di ogni team a cedere il loro volante a due giovani piloti, durante una sessione di prove libere di un Gran Premio.

Seidl: “Alex e Pato ci hanno stupito nei test

“Siamo molto felici di dare ad Alex e a Pato l’opportunità di prendere parte alle sessioni di prove libere con la McLaren. Visto il grande successo di Alex in IndyCar, sarà utile per il team poter avere un suo commento sulla vettura, e per noi stessi avere modo di valutarlo come pilota,” ha così commentato Andreas Seidl, team principal della McLaren.

Alex e Pato ci hanno stupito nei test a Barcellona e Austria. Siamo pertanto emozionati, nell’offrire a questi piloti l’esperienza al volante della MCL36,” ha così aggiunto Seidl.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button