DichiarazioniFormula 1

Marko su Verstappen: “Obiettivo ancora lontano”

Nonostante la doppietta in Bahrain, il dirigente sportivo non è certo che l’olandese riesca a raggiungere il traguardo prefissato

La supremazia di Verstappen è, ancora una volta, ben evidente. Ma per Helmut Marko sono necessari ulteriori miglioramenti per raggiungere l’obiettivo

La stagione 2024 non poteva iniziare in modo migliore per Max Verstappen. Con una guida decisiva sin dai primi giri, l’attuale Campione del mondo ha ottenuto la sua prima pole position in Bahrain. Tutto questo ottenendo anche il punto extra per il giro veloce. Insomma, il pilota della Red Bull ha cominciato il Mondiale di quest’anno allo stesso modo con cui aveva concluso quello precedente. Ma per Helmut Marko, l’inizio trionfante di “super Max Verstappen” non è ancora abbastanza per conseguire l’obiettivo stabilito.

Stando alle sue dichiarazioni, Marko non esclude che l’olandese possa ripetere questo tipo di performance per tutto l’anno. La leadership in pista della Red Bull è innegabile e con un pilota come Verstappen alla guida della monoposto, i buoni risultati non possono che essere assicurati. Ma la vittoria di quest’ultimo in tutte le ventiquattro gare previste quest’anno non è poi così scontata. E questo il consulente del team austriaco sembra saperlo bene.

Occhi puntati al Gran Premio dell’Arabia Saudita

Sin dal primo Gran Premio, i punti di forza della monoposto RB20 non sono certo passati inosservati. Ma prima di guardare al futuro con ottimismo, per Marko è importante analizzare l’andamento della scuderia a Jeddah. Uno dei soli tre circuiti che, lo scorso anno, non ha visto il tre volte iridato sul gradino più alto. “Jeddah è un circuito completamente diverso, con curve molto veloci. Se siamo altrettanto dominanti lì come lo siamo stati in Bahrain, credo che possiamo guardare al futuro con ottimismo“, ha affermato il dirigente a Motorsport Total.

Far vincere ogni singola gara a Verstappen è importante, ma non l’obiettivo principale secondo Marko. Nel corso dell’intervista ha infatti continuato: “Sarebbe bello se vincesse tutte le gare, ma abbiamo già visto che ciò non è stato possibile lo scorso anno. Siamo lontani dal raggiungere un tale traguardo e il nostro obiettivo principale rimane vincere entrambi i titoli. Dobbiamo fare un passo avanti, e presto“. Non ci resta quindi che attendere questo fine settimana, e accertarci se, come dichiarato anche dall’austriaco, Max si riconfermi essere “di una classe a parte“.

Martina Romeo

Classe 1999, forse una delle poche toscane con una “c” (quasi) intatta. Laureata in Giornalismo e Comunicazione Multimediale, passo le mie giornate alternandomi tra cinema e scrittura, soprattutto riguardo ad attualità, musica e sport. La Formula 1 è parte integrante della mia vita sin dall’infanzia, soprattutto da quando alla PlayStation la mia scelta ricadeva sempre sul gioco “con la macchina rossa”. Generalmente troppo ironica e spesso affascinata da ciò che non conosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio