DichiarazioniFormula 1

La Mercedes si scusa con la Cina per le parole di Bottas

La Mercedes ha dovuto pubblicare un comunicato stampa per scusarsi pubblicamente con la Cina per le parole dette da Bottas domenica

Al termine del GP di Turchia, probabilmente il più brutto della carriera di Valtteri Bottas, ha spinto il pilota a fare una battuta di pessimo gusto sulla Cina e l’inizio della pandemia di Covid-19.

Proprio al termine del GP dello scorso weekend Valtteri Bottas aveva scherzato sul fatto che il suo peggior giorno del 2020 è stato il giorno in cui “qualcuno ha comprato un pipistrello a Wuhan (Cina, ndr.)”, implicito riferimento al fatto che il virus Sars-CoV-2 si sia diffuso proprio a causa del volatile notturno.

LE SCUSE

Nonostante la battuta che per molti è stata divertente, soprattutto dopo che il finlandese ha avuto ben sei testacoda in gara, alcuni non hanno mostrato il sorriso, soprattutto i tifosi cinesi, infatti questo ha costretto la Mercedes a rilasciare un comunicato di chiarimento e di scuse, con scritto:

“Cari fan cinesi, come tutti sappiamo, lo sport ci rende emozionanti, in particolare con gli alti e bassi portati da vittorie e sconfitte. La scorsa domenica Valtteri ha avuto una gara dura e deludente, nella quale ha perso il titolo mondiale”.

Proseguendo: “Non aveva intenzione di offendere nessuno davanti alle telecamere subito dopo la gara, di certo non ha mancato di rispetto alla Cina e ai tifosi cinesi. È ancora il Valtteri che tutti conosciamo, si prende cura di ogni fan in Cina tanto quanto noi, augura a ciascuno di voi il meglio e di stare al sicuro in un momento così difficile. Vi auguriamo una buona settimana e non vediamo l’ora di iniziare insieme le gare finali della stagione”.

Infatti, non riuscendo a ottenere almeno un punto nel Gran Premio di Turchia, e con la vittoria di Lewis Hamilton con un gap maggiore di 30 secondi dal secondo, e con ben sei testacoda il pilota finlandese ha perso il titolo, ritornando a casa con un gap di 110 punti, con solo 78 punti ancora da assegnare.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.