Formula 1

Hamilton nominato Sportivo dell’anno dalla Fondazione Laureus

Per la prima volta, il prestigioso premio viene condiviso da due atleti: il campione britannico e Lionel Messi

Sei titoli mondiali di Formula 1, hanno reso Lewis Hamilton il secondo pilota più vincente della storia. In attesa di infrangere il mitico record di Michael Schumacher, il britannico si “accontenta” del premio Laureus Sportivo dell’anno

Una stagione quasi perfetta, segnata da una guida superba e dall’ennesimo titolo mondiale, ha consacrato Lewis Hamilton nell’Olimpo degli atleti migliori di sempre. Dopo aver conquistato il suo sesto campionato di Formula 1, infatti, il britannico è stato insignito del premio Sportivo dell’anno 2020. Questo importantissimo riconoscimento è stato attribuito dalla Fondazione Laureus, istituzione nata nel 2000 per promuovere lo sport come strumento di prevenzione del disagio giovanile.

La ventesima edizione di questa cerimonia, verrà ricordata come la prima in cui il titolo è stato attribuito a pari merito tra due atleti. La giuria non ha saputo scegliere un solo meritevole, per cui alla fine è stato deciso di premiare sia Lewis Hamilton che Lionel Messi, stella del F.C. Barcellona. Per la vittoria finale, i due si sono dovuti scontrare con Rafael Nadal, che ha concluso l’anno al primo posto nel rank dell’ATP, e Marc Marquez, il quale a soli 26 anni ha conquistato il sesto titolo mondiale in MotoGP.

I PRECEDENTI DI LEWIS

Il pilota della Mercedes, ha sfiorato questo titolo in ben quatto occasioni (2015, 2017, 2018, 2019), ma la fantastica stagione disputata ha convinto i giudici a rendergli onore. Nel 2008, stagione del suo debutto nel Circus, Hamilton venne premiato dalla Fondazione Laureus come miglior promessa sportiva dell’anno. Per quanto riguarda la F1, invece, si tratta del decimo premio in vent’anni.

La 20ª edizione del Laureus World Sportsman of the Year Award, è stata presentata dall’attore Hugh Grant, accompagnato dalla musica di Liam Payne, membro degli One Direction. Il titolo femminile, è stato attribuito alla ginnasta statunitense Simone Biles, premiata per la terza volta in quattro anni. Nel campo motori, è stata premiata anche Sophia Floersch, pilota tedesca protagonista di uno spaventoso incidente durante il GP di Macao di Formula 3. La diciottenne, sopravvissuta miracolosamente all’impatto di 276 km orari, è tornata di nuovo alla guida, e per questo è stata riconosciuta come Ritorno dell’anno 2020.

Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button