DichiarazioniFormula 1

Wolff: “Formula 1 prevedibile non per colpa Mercedes”

Il team principal della scuderia di Brackley non crede che la Mercedes abbia reso la competizione banale

Il team principal della Mercedes Toto Wolff crede che il successo delle Frecce d’Argento non renda scontata la Formula 1

All’alba della stagione 2020 la Mercedes prepara l’assalto ai record Ferrari. Dopo aver vinto per sei volte consecutive entrambi i campionati nella classe regina, la scuderia di Brackley e Lewis Hamilton potrebbero entrare nella storia. Dominatori dell’era turbo-ibrida, la scuderia tedesca ed il pilota inglese puntano entrambi al settimo campionato. La Mercedes ha nel mirino la scuderia di Maranello ed i suoi sette campionati costruttori consecutivi. Hamilton dal canto sua vuole eguagliare il record di Michael Schumacher. A detta di alcuni però questo dominio avrebbe annoiato i fan e reso la competizione prevedibile. Di tutt’altro avviso è il team principal delle Frecce d’Argento Toto Wolff.

“La Mercedes vince sei campionati e spegne l’interesse? Non credo, ci sono ancora fattori di incertezza e molte variabili – sostiene Wolff – “Non si può dire prima del weekend se la Ferrari sarà in pole o Verstappen vincerà il GP. Inoltre, la battaglia tra generazioni è qualcosa che attira molto il pubblico. Seb contro Leclerc, Verstappen contro Lewis. Questo tipo di scontri richiama molti spettatori. Per me la notizia migliore è che stiamo accrescendo l’audience tra i più giovani. Credo che su questo siamo sulla buona strada”.

FORMULA 1 APERTA AL PUBBLICO

Dall’acquisizione della Formula 1 da parte di Liberty Media l’aumento dello share è stato uno degli obbiettivi principali degli organizzatori. In particolare, il focus si è spostato sui più giovani, cercando di attirarli attraverso canali alternativi, quali piattaforme streaming a pagamento e social media. L’anno scorso è stato raggiunto il numero impressionante di 1,9 miliardi di spettatori totali. Secondo Wolff, ciò è stato possibile grazie alla nuova filosofia adottata dal Circus.

“Se guardiamo al 2019, abbiamo raggiunto quasi 2 miliardi di visualizzazioni complessive. Abbiamo avuto circa 90 milioni di spettatori ogni weekend con una media di 20 milioni per il GP. Siamo lo sport più in crescita sui social, superando anche tutti i campionati americani”. Wolff loda l’operato di Liberty Media: “Liberty sta facendo un gran lavoro ampliando la copertura ai social media, cosa che non veniva considerata prima. Possiamo dire che in termini di interesse globale, lo sport è molto considerato“.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button