DichiarazioniFormula 1

Hakkinen: “Vettel aggiunta preziosa per ogni team”

L’ex-pilota McLaren due volte campione del mondo analizza il futuro del tedesco di casa Ferrari

Mika Hakkinen va ad aggiungersi alla sempre più vasta lista delle personalità del Circus che si sono espresse sul futuro di Sebastian Vettel. Secondo il finlandese il quattro volte campione del mondo sarebbe un’aggiunta preziosa per qualsiasi team

Uno degli argomenti che più tiene banco nei salotti e negli uffici della Formula 1 è senza dubbio il futuro di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco della Ferrari, ufficialmente in scadenza di contratto a fine 2020, non ha ancora rinnovato con la Rossa di Maranello. Secondo molte fonti l’ex-pilota Red Bull avrebbe già rifiutato un’estensione di contratto  fino al termine del 2021, mentre per altre la compagine guidata da Mattia Binotto sarebbe tornata alla carica con una seconda offerta ancora pendente. Tra chi lo vedrebbe ancora bene in Ferrari e chi invece gli suggerirebbe di cercare fortuna altrove, Mika Hakkinen si pone nel mezzo, dando fiducia al pilota di Heppenheim.

Il Flying Finn di Vantaa non crede che le trentadue primavere possano essere considerate un ostacolo che dal tedesco, ancora molto apprezzato dai fan. “Parlando in termini d’età, potrebbe gareggiare ancora per molti anni – afferma Hakkinen, che prosegue – “Credo che il futuro di Sebastian dipenda interamente dalla sua motivazione. La Formula 1 richiede molto impegno e gran parte del tempo di un pilota. Se Vettel decidesse di continuare dopo questa stagione sarebbe sicuramente un’aggiunta preziosa per ogni team“.

LA SFIDA CON LEWIS

Per Hakkinen, Vettel sarebbe un personaggio importante della Formula 1, e non solo per via dei quattro campionati piloti vinti consecutivamente dal 2010 al 2013. Il tedesco è quarto per numero di mondiali vinti a pari merito con il francese Alain Prost, ad un titolo iridato da Juan Manuel Fangio e a due lunghezze dal suo diretto rivale, Lewis Hamilton. L’inglese sembra essere lanciato verso il record assoluto detenuto da un altro tedesco, Michael Schumacher. Secondo l’ex-pilota della McLaren difficilmente Vettel e gli altri piloti del Paddock potranno fermare l’avanzata del pilota Mercedes.

Lewis è un pilota molto maturo, non commette errori e conosce ogni aspetto della monoposto” – sostiene Hakkinen – “I sei titoli mondiali non sono una coincidenza. Sarebbe molto difficile per il resto della griglia ostacolarlo se la Mercedes gli fornisse nuovamente una vettura veloce e affidabile”. Guardando al futuro, per il finlandese vincitore di 20 GP la leadership del campionato verrà spartita ancora una volta tra i tre top team: “Mercedes, Ferrari e Red Bull continueranno ad essere al top. Ovviamente sarebbe bello poter vedere anche altre scuderie e piloti a podio. Spero che gli amici della McLaren continuino a migliorarsi e che Norris e Sainz possando arrivare a podio più spesso”.

Topics
Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Istruttore di vela, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close