Formula 1Gran Premio Ungheria

GP Ungheria: un Alonso in grande spolvero all’Hungaroring

In occasione del duello contro Lewis Hamilton lo spagnolo ha tirato fuori il meglio del proprio repertorio, facendo un regalo ai tifosi ma pure al suo team

In Ungheria il neo quarantenne Fernando Alonso ha mostrato ancora una volta di cosa è capace riuscendo a tenere dietro (con la sua Alpine) per nove giri la W12 di Lewis Hamilton

Un GP d’Ungheria entusiasmante quello di quest’oggi che ha regalato duelli straordinari. Fra tutti ha spiccato la lotta fra Fernando Alonso e Lewis Hamilton, che, in quel momento, si trovavano in quarta e in quinta posizione. Una contesa che ha riportato alla mente dei più fedeli al 2007, quando entrambi da compagni di squadra in Mclaren se la battevano duramente per il campionato.

Una Mercedes contro un’Alpine. Fernando contro Lewis. Un ritorno al passato regalatoci da un inizio di GP piuttosto inaspettato. Dall’avvio patatrac causato da Bottas e Stroll, all’errore di quelli di Brackley di far ripartire il proprio pilota di punta dalla griglia di partenza con gomma intermedia (un’immagine quella del solo Hamilton in griglia che passerà di certo alla storia).

UN DUELLO DA COPERTINA

Una scelta sbagliata che ha costretto l’eptacampione a una gara di rimonta. Nel recupero furioso però l’inglese si è trovato davanti uno dei suoi più grandi rivali. Lewis vincerà questo GP, si saranno detti in molti. D’altronde al 56esimo giro Hamilton si trovava davanti Ocon, Vettel, Sainz e Alonso con una mescola più performante (al 47esimo era rientrato ai box per montare la media).

Invece con la sua A521 lo spagnolo ha invece offerto agli appassionati uno degli spot più belli della Formula 1. Nove giri, per il pilota britannico, resi davvero difficili dalla difesa (incredibile) messa in atto dall’asturiano. Perché, seppur pare ridondante, è giusto ricordare che Alonso con la sua Alpine è riuscito a tener dietro una W12 – non per niente è stato votato il pilota di giornata. Il sorpasso di Hamilton è avvenuto poi alla 65esima tornata, a seguito del bloccaggio dell’anteriore destra in curva 1 di Fernando (forse distratto dall’uscita dalla pit lane di un’Alfa Romeo).

IN OCCASIONE DEL SUO COMPLEANNO IL REGALO LO FA LUI

Un episodio che ha offerto ai tifosi uno vero spettacolo, ma che ha offerto all’Alpine l’opportunità di trionfare con Ocon in gara. Senza la resistenza opposta dal neo quarantenne il francese difficilmente avrebbe vinto il suo primo GP. La scuderia di Enstone lascia così l’Ungheria, grazie ad Alonso, con il più importante bottino di punti conquistato fino ad adesso – 35 punti, cosa che la fa balzare direttamente in quinta posizione in classifica costruttori.

 

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.