Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna: Red Bull tra luci e ombre

Un venerdì, per la scuderia di Milton Keynes, a due facce: sapranno trovare il bandolo della matassa?

Red Bull a caccia del ritmo giusto in questo GP di Spagna. Prove libere contrastanti per la scuderia austriaca, che si ritrova a inseguire

Il GP di Spagna si preannuncia come un weekend ricco di emozioni per la Red Bull. Le prove libere disputate sul circuito di Barcellona hanno mostrato un potenziale interessante per entrambe le RB20, ma anche qualche ombra che lascia spazio a dubbi e interrogativi. Max Verstappen ha fatto intravedere sprazzi di grande velocità nel corso delle due sessioni di libere. Nella FP1 si è classificato secondo, staccato di appena 24 millesimi da Lando Norris, mentre nella FP2 ha ottenuto il quinto tempo, a 4 decimi dal leader Lewis Hamilton. La sua prestazione è stata però macchiata da un paio di sbavature, tra cui un testacoda alla curva 13 durante la FP2.


Sergio Perez, invece, ha vissuto un venerdì più complicato. Il messicano si è classificato quinto nella FP1 e diciottesimo nella FP2, accusando un distacco di oltre un secondo dal compagno di squadra. Perez ha faticato a trovare il giusto bilanciamento sulla sua monoposto, lamentando una mancanza di grip posteriore. Nonostante le difficoltà di Perez, Red Bull si mostra ottimista per la gara. La RB20 ha dimostrato di avere un buon potenziale, e Verstappen è pronto a giocarsela per la vittoria. L’obiettivo per la squadra è quello di trovare il giusto assetto per entrambe le vetture e di perfezionare la gestione delle gomme, un aspetto fondamentale su un tracciato come quello di Barcellona.

Dichiarazioni dei piloti

Verstappen: “Oggi abbiamo solo provato alcune configurazioni in FP1 e FP2 e abbiamo cercato di mettere a punto un po’ la monoposto. Penso che la giornata stessa sia stata positiva e un po’ più normale senza problemi. Questo è quello che speravamo, quindi ora si tratta di sistemare un po’ di più le cose, il che è la prassi. C’è ancora un po’ di lavoro da fare, ma ci sentiamo positivi per il nostro weekend“.

Perez: “Ho iniziato bene la giornata, ma durante la FP2 abbiamo apportato parecchie modifiche al set-up e credo che ci siamo persi un po’ per strada, quindi ci sono molte cose da analizzare stanotte. Oggi abbiamo fatto molte modifiche ed esplorato a fondo la vettura, quindi spero che riusciremo a scegliere gli elementi giusti per domani. Lavoreremo stasera per assicurarci che la monoposto sia nella condizione ottimale per le qualifiche e la gara, si tratta di trovare il giusto equilibrio. Le qualifiche saranno cruciali per me questo weekend a causa della penalità di tre posizioni in griglia; la difficoltà di sorpassare qui rende fondamentale partire più avanti possibile per ottenere una buona posizione domenica“.

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio