Formula 1Gran Premio Olanda

GP Olanda, la griglia di partenza

Tra l’entusiasmo del pubblico di casa, Verstappen partirà dalla pole position davanti alle due Frecce d’Argento; spettacolare settimo posto per Giovinazzi

Il pilota della Red Bull si è attaccato con le unghie e con i denti alla pole position, ma Hamilton è alle sue spalle staccato di pochi millesimi

Il Gran Premio di casa, l’onda di orange imbizzarriti che hanno invaso le tribune: per Max Verstappen la pole position del GP di Olanda era fondamentale. E il pilota della Red Bull ha fatto di tutto per ottenerla, non commettendo nessun errore e tenendo dietro le due Frecce d’Argento. Però quella che più interessa a lui, quella di Lewis Hamilton, non gli renderà la vita facile domani: il britannico ha conquistato il secondo posto a soli 38 millesimi. Terza piazza, invece, per l’altro pilota Mercedes, che nella griglia di partenza di domani partirà accanto a un incredibile Gasly.

La terza fila sarà invece occupata dalle due Ferrari: Leclerc è riuscito ad accaparrarsi la quinta posizione, combattendo fino all’ultimo secondo con il pilota della AlphaTauri, che però ha avuto la meglio. Ottima sesta posizione per Sainz: dopo l’incidente in FP2, che lo ha visto impattare violentemente contro le barriere, lo spagnolo è stato autore di un’ottima qualifica. Allo stesso tempo, i meccanici del team di Maranello sono stati chiamati a un lavoro molto duro, che però ha dato i suoi frutti e ha permesso alla scuderia di avere in pista entrambe le monoposto.

Spettacolare la settima posizione di Giovinazzi: il pilota della Alfa Romeo è apparso in ottima forma durante la qualifica del GP di Olanda e ha chiuso a sette decimi dal leader della classifica. Accanto a lui domani scatterà Esteban Ocon, riuscito a tener dietro il compagno di squadra. A chiudere la top ten, con un tempo di 1’10″116 sarà Daniel Ricciardo.

COLPI DI SCENA DI METÀ CLASSIFICA

Ad aprire la seconda metà della classifica sarà George Russell. Il giovane piota Williams è stato protagonista di una qualifica molto performante, se non fosse per l’incidente in Q2. Russell è andato a muro proprio nel momento migliore della sessione e, salvo eventuali penalità, domani partirà dall’undicesima piazza. Stessa sorte per Latifi: subito dopo la bandiera rossa causata dal compagno di scuderia, Latifi è andato a muro costringendo i commissari a sventolare nuovamente bandiera rossa. In entrambi i casi, in casa Williams saranno necessari operazioni rapide e minuziose per rimettere in pista le vetture.

Dodicesima, poi, la Aston Martin di Lance Stroll, che domani scatterà davanti a Lando Norris. Il pilota della McLaren è stato beffato proprio da due incidenti Williams, che hanno interrotto la sessione, senza riprenderla e danneggiando quindi le prestazioni del pilota inglese. Segue poi la AlphaTauri di Yuki Tsunoda, che domani scatterà dalla quindicesima piazza, sorprendentemente accanto a Perez. A chiudere la classifica ci saranno poi le due Haas, dietro alla Aston Martin di Vettel – diciassettesimo – e alla Alfa Romeo di Kubica – diciannovesima e a sostituzione di Kimi Raikkonen.

 

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio