Formula 1Gran Premio Francia

GP Francia, Sainz: “È stato divertente risalire”

Grande gara per il pilota della Ferrari, al Paul Ricard autore di una rimonta, da 19° a 5°. Le dichiarazioni dello spagnolo e Driver of The Day

Da 19° a 5°: Carlos Sainz al GP Francia, autore di una fantastica rimonta. Lo spagnolo, Driver of The Day ha incappato in una penalità per unsafe release

Fantastica gara per Carlos Sainz, autore al GP Francia di un’incredibile rimonta finita in 5° posizione. Il pilota della Ferrari, partiva dalla 19° posizione scontando la penalità per la sostituzione della power unit e altri componenti.

Alla partenza, Carlos Sainz preferisce la cautela, evitando di immischiarsi nelle lotte tra i piloti di fronte a lui. Poi, ha iniziato la sua rimonta, sorpassando i primi piloti davanti a lui, tra cui Valtteri Bottas, Pierre Gasly, Mick Schumacher e Alexander Albon. Nel corso del 3° giro è già in 13° posizione.

Grazie alla competitività della sua F1-75, e alle buone prestazioni dei pneumatici Hard, lo spagnolo riesce a inanellare una serie di sorpassi ed entrare in zona punti.

Al 18° giro, Carlos Sainz rientra ai box per il suo pit stop, approfittando della Safety Car entrata in pista in seguito all’incidente di Charles Leclerc, suo compagno di squadra, e fino a quel momento leader della gara. Lo spagnolo si ferma per passare alle Medium, ma quando si rimette sulla corsia, stava sopraggiungendo una Williams, sfiorando un possibile contatto. Lo spagnolo torna in pista in 8° posizione, e viene poi penalizzato con cinque secondi di Stop & Go, per unsafe release.

Alla ripresa della corsa, Carlos Sainz si rimette a caccia del podio, superando senza problemi gli avversari, tra cui Fernando Alonso, conquistando la 5° posizione. Magistrale e spettacolare, il sorpasso di Carlos ai danni di George Russell su Mercedes, avvenuta all’esterno della Signes. Successivamente, anche Sergio Perez subirà il sorpasso del velocissimo spagnolo, che ottiene la 3° posizione.

La conquista del podio, a pressoché pochi giri dal termine, sembra ormai fatta e certa per la Ferrari e Carlos Sainz. Peccato, per la decisione di richiamarlo ai box per montare un nuovo treno di Medium e scontare la penalità di 5 secondi.

Tornato in pista in 9° posizione, Carlos compie altri sorpassi, ai danni di Esteban Ocon, Daniel Ricciardo, Lando Norris e Fernando Alonso, e ottiene la 5° posizione.

Ferrari esce dal weekend del GP Francia con un gusto agrodolce in bocca. Il ritiro di Charles Leclerc, uscito di pista mentre era in testa, fa molto male. La consapevolezza di avere a disposizione un pacchetto competitivo, può far sorridere e continuare a lavorare, per rendere perfetta la caccia alla Red Bull e a Max Verstappen, per il titolo iridato.

La prossima tappa, è per il GP Ungheria all’Hungaroring prima della pausa estiva.

Carlos: “Che sfortuna, il pit stop e la penalità”

“È stata una gara difficile. È stato anche divertente risalire nel gruppo, effettuando tanti sorpassi,” ha esordito Carlos Sainz nelle dichiarazioni, nel post GP Francia.

“Rimontare con le gomme Hard è stato impegnativo, mentre quando ho montato le Medium il mio passo è migliorato molto. Perciò sono riuscito a guadagnare altre posizioni. Ho dato tutto oggi, e anche se non siamo stati molto fortunati con il pit stop e la conseguente penalità, siamo riusciti là davanti,” ha così aggiunto nelle dichiarazioni per il sito della Ferrari.

Infine, un pensiero per Charles Leclerc: Peccato per Charles, perché stava facendo una grande gara. Come sempre, analizzeremo i dati in questi giorni per verificare dove possiamo migliorare, per portare a casa un buon risultato prima della pausa estiva”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio