Gran Premio Cina

GP Cina, a rischio nel 2023?

Continua il calvario della tappa asiatica, che malgrado l’inserimento nel calendario della prossima stagione, potrebbe essere cancellato

Nel calendario 2023, il GP Cina c’è. Ma è a rischio esclusione dal mondiale per il quarto anno consecutivo, per via della politica Zero Covid

Nel calendario agonistico 2023 della Formula 1, è stato inserito il Gran Premio di Cina. Un ritorno del tracciato dopo tre stagioni di assenza. Tuttavia, la nuova politica ‘Zero-Covid’ adottata dal paese asiatico, sembrerebbe allontanare la possibilità di tornare a correre sul circuito di Shanghai. E secondo quanto riporta Joe Saward, il Gran Premio non si farà.

Guanyu Zhou, pilota cinese da questa stagione in Formula 1, ha raccontato a Ted Kravitz, giornalista di Sky Sports F1, che sarà improbabile gareggiare in Cina, in seguito alla conferenza nella quale il governo cinese, ha imposto questa nuova politica, con l’intento di eliminare del tutto il Covid dal paese.

Kravitz ha così dichiarato sulla chiacchierata avuta con il pilota cinese di Alfa Romeo: “Zhou Guanyu ha affermato che la possibilità di avere il GP di Cina nel 2023 sia ad oggi improbabile, dopo la grande conferenza andata in scena in Cina. Andranno avanti con la politica, Zero Covid”.

“Ciò, rischia di bloccare l’organizzazione del Gran Premio di Cina. Posso solo immaginare, quanto a Guanyu Zhou possa dispiacere il non poter correre une gran premio a casa. Ciò nonostante, vedremo cosa succederà al calendario del prossimo anno”.

Chi farà da tappabuchi?

Il Gran Premio attualmente è stato pianificato per il 16 aprile 2023, e nel caso in cui si decida di cancellarlo, la Formula 1 o la FIA non avrebbe tempo a sufficienza per trovare un sostituto. Si pensa di reinserire il GP di Francia, dopo la sua rimozione dal calendario 2023, per far spazio al GP di Las Vegas. C’è da considerare il tempo in quel periodo dell’anno, con il problema legato alle condizioni meteo.

Una prossima scelta logica, potrebbe ricadere su Istanbul. La Turchia è stata eliminata dal calendario di questa stagione, per via delle restrizioni sui viaggi.

Joe Saward, ha aggiunto che la probabilità di riavere il GP di Cina esisteva fino a una settimana fa. Parlando della politica Zero Covid, adottata dal governo cinese, ha così commentato:

“Ciò significa che sia alquanto impensabile, di avere una gara a Shanghai nel 2023 per via delle restrizioni sui spettatori. Ma la cosa più importante, riguarda l’obbligo della quarantena a tutto il Circus della Formula 1. Chiaramente, è una cosa attualmente impossibile da soddisfare”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button