Curiosità dalla F1Formula 1

Calendario 2023: le curiosità della prossima stagione

Ci sono alcune novità che saltano subito all’occhio riguardo la schedule per la prossima stagione motoristica

Il calendario 2023 presenterà novità importanti e cambi di programma rispetto alle passate stagioni

Qualche giorno fa è stato approvato il nuovo calendario 2023 di Formula 1. Il Circus, da marzo a novembre, attraverserà i continenti di America, Europa, Asia e Australia, passando per il Medioriente e l’America Latina, concludendo nella consueta pista di Abu Dhabi. Due saranno le tappe in Italia (ad Imola e a Monza), mentre tre saranno i Gran Premi in terra a stelle e strisce. Ma le novità non sono finite qui. 

È il calendario più lungo di sempre

Il numero di tappe è salito a 24, un record che rende la stagione 2023 la più lunga di sempre. Si inizierà il 5 marzo con il GP del Bahrain, concludendo il 26 novembre con il GP di Abu Dhabi. Nel mezzo, ci saranno ben due triple header, che comprendono la sequenza di GP di Imola, Monaco e Spagna e GP di Austin, Messico e Brasile. 

L’apertura in Bahrain

La classica apertura di stagione in Australia ormai fa parte del passato. Come quest’anno, anche il prossimo si aprirà in Bahrain nel weekend del 3-5 marzo, seguito dall’Arabia Saudita. Il Gran Premio a Melbourne sarà il terzo appuntamento in calendario, spostato al 2 aprile 2023. 

L’arrivo del GP del Qatar ed il ritorno della Cina

Già lo scorso anno, con tutti i ripensamenti del calendario dovuti alla pandemia di Covid-19, la Formula 1 ha corso sulla pista di Losail. La prossima stagione rientrerà in calendario, forte di un rinnovo decennale con Formula 1. Famoso per essere il circuito di apertura stagione della MotoGP, quello di Losail ospiterà le quattro ruote il weekend del 6-8 ottobre 2023, posizionandosi proprio prima del secondo triple header della stagione. Il 2023 vedrà, inoltre, il ritorno del GP di Cina, assente dai calendari da tre anni causa pandemia. 

Stati Uniti che passione!

L’introduzione del GP a Miami questa stagione ha fatto scalpore. Ma gli Stati Uniti sembrano non volersi accontentare. Nonostante la tappa classica ad Austin, ed il nuovo GP di Miami, la Formula 1 correrà nel 2023 anche a Las Vegas. Nella cosiddetta ‘città che non dorme mai’ le monoposto sfrecceranno sabato 18 novembre, alle ore 22 locali (ore 7 della domenica mattina italiane), orario più, se così si può dire, attardato della storia della Formula 1. Con ben tre tappe nella stessa stagione, gli USA sono il paese che ospita più Gran Premi. 

GP del Belgio e programmi da ripensare

Del nuovo calendario salta subito all’occhio la posizione del GP del Belgio, non più nel consueto slot di fine agosto ma nel weekend del 28-30 luglio. Con lo spostamento del Gran Premio in quel di Spa a fine luglio, periodo nel quale si tiene solitamente la 24 ore, l’edizione 2023 della 24 ore di Spa è stata spostata nel fine settimana dell’1-2 luglio 2023. La pausa estiva, quindi, inizierà dopo il GP del Belgio e si concluderà con il GP d’Olanda, previsto per la fine di agosto. 

Ciao ciao Francia

Si sa, per delle nuove entrate ci sono delle nuove uscite in calendario. È questo il destino del GP di Francia, che ha dovuto abbandonare il calendario 2023. Gara di casa di Gasly e Ocon, il Gran Premio al Paul Ricard è sempre stato piuttosto discusso perché accusato di essere monotono e con poca azione in pista. Con l’uscita del GP francese, gli slot di luglio sono stati occupati nell’ordine da Austria, Gran Bretagna, Ungheria e Belgio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button