Formula 1Gran Premio Brasile

GP Brasile, anteprima: orari tv, il circuito, il meteo

Siamo arrivati alla quartultima prova della stagione 2021. Nell’attesa che inizi il weekend, gli orari tv, le scelte Pirelli e il meteo

GP BRASILE, ROUND 19. LA FORMULA 1 ARRIVA IN BRASILE E A SAN PAOLO, INSIEME ALLA SPRINT QUALIFYING. CHI VINCERÀ?

GP Brasile 2021, anteprima – Il Brasile torna ad abbracciare la Formula 1 dopo una stagione di stop forzato, causato dalla pandemia di coronavirus. Nel weekend in arrivo, si terrà il GP Brasile, diciannovesima prova del campionato del mondo di Formula 1 2021. Come di consueto da diverse stagioni, è la città di San Paolo e il circuito di Interlagos a ospitare i bolidi e i principali protagonisti.

In Texas e in Messico, Max Verstappen con la sua Red Bull ha trionfato, candidandosi alla conquista del suo primo titolo mondiale. Mentre, Lewis Hamilton e la Mercedes, ne stanno uscendo piuttosto malconci. Ma, sappiamo che i campioni del mondo in carica, non molleranno fino all’ultima gara. Pertanto aspettiamoci un loro ritorno alla vittoria. Red Bull e Mercedes, sperano nell’aiuto delle rispettive seconde guide. In Messico, Sergio Perez ne sarà uscito galvanizzato, dall’atmosfera festosa dei fans messicani e dal terzo posto ottenuto in gara. Sicuramente ci proverà a mettere il suo zampino anche in Brasile. Dall’altra parte, c’è Valtteri Bottas, poleman in qualifica sabato, ma alla partenza non ha brillato, finito in testacoda causato da Ricciardo. Vedremo come si comporterà in Brasile, e se sarà d’aiuto a Hamilton e alla Mercedes.

Mancano poche gare al termine della stagione, da un lato i riflettori sono puntati sulla contesa dei titoli iridati piloti e costruttori, tuttora aperta e sarà così fino all’ultima gara. Dall’altro, anche le sfide tra gli altri piloti e team, per ottenere le migliori posizioni in classifica, sono da tenere d’occhio.

La Ferrari, torna in Brasile con l’obiettivo di ottenere risultati migliori possibili e per aggiudicarsi il terzo posto nel campionato costruttori, battendo la McLaren. Le nuove power unit, montate nelle ultime gare su entrambe le SF21, e le migliorie portate anche in ottica 2022, sembrano funzionare e confermare gli ottimi passi in avanti fatti. Tuttavia, la strada per tornare alla vittoria, è ancora lunga. Ma i tecnici, gli ingegneri e i piloti, ci stanno lavorando duramente. Storicamente a Interlagos, la Scuderia ha avuto degli ottimi risultati, e anche le vittorie. Vedremo come si comporterà la SF21.

Malgrado la vittoria a Monza, e altri buoni risultati, nelle ultime gare la McLaren, sembra essersi un po’ spenta rispetto alla Ferrari. Vedremo, se a Interlagos saprà ribaltare la situazione, ritrovando le buone prestazioni più volte viste in questa stagione.

AUTODROMO JOSÉ CARLOS PACE

Siamo nel quartiere di Interlagos, nella periferia di San Paolo. L’Autodromo José Carlos Pace, è un circuito automobilistico che ha ospitato le prime edizioni del GP Brasile dal 1973 al 1980, e successivamente dopo aver subito dei lavori di modifica, è tornato a ospitare la Formula 1 dal 1990 a oggi.

Inaugurato il 12 maggio 1940, è conosciuto da tutti con il nome di circuito di Interlagos, nonostante l’essere stato intitolato al compianto pilota brasiliano José Carlos Pace. Interlagos è situato a 800 metri sopra il livello del mare e tra due laghi artificiali: il Guarapiranga e il Bilings, realizzati all’inizio del XX secolo per rifornire la città di energia elettrica. Il tracciato, sorge su un terreno non molto solido, che comporta a essere spesso pieno di dossi, non potendo livellare bene l’asfalto.

Il circuito è stato criticato da molti addetti della Formula 1, per la qualità delle infrastrutture e dell’organizzazione, sulla pericolosità della pista, in seguito a vari incidenti anche mortali accaduti anche in altre categorie. Storicamente, il tracciato era lungo quasi 8 km e si sviluppa lungo il perimetro del terreno in cui era stato realizzato con lunghi rettilinei raccordati da velocissime curve, tra cui le prime due (Curva 1 e Curva 2) e le ultime Subida dos boxes e Arquibancadas, per poi contorcersi su sé stesso nella parte veloce del tracciato.

Alla fine degli anni ottanta, furono realizzati dei lavori di rinnovamento delle strutture e disegno della pista. La velocissima parte iniziale, fu tagliata fuori e la prima curva sostituita da una chicane in ripida discesa, la S do Senna, che conduce alla veloce Curva do Sol. Altra modifica, fu fatta alla curva Ferradura, che immette nella sezione che porta alla curva Laranja, ed infine nella zona tra le curve Mergulho e Junção, dove il rettilineo che lo collega viene spostato più a monte, per migliorare la via di fuga.

Al termine dei lavori di modifiche, la pista oggi misura circa 4,3 km e nel 2017, per poter ospitare le nuove vetture più larghe, l’Autodromo ha subito ulteriore modifiche, anche per poter garantire la sicurezza. Si gira in senso antiorario.

Il tracciato predilige un assetto da medio/medio alto carico aerodinamico, per via delle numerose curve presenti, specialmente nel secondo settore, che riesce a esaltare a livello motoristico le vetture. Si segnala la presenza di due lunghi rettilinei, tra il primo e il terzo settore dove, sarà fondamentale una forte velocità per minimizzare la perdita di tempo sul giro e per riuscire a essere efficienti nel compiere sorpassi in gara.

PIRELLI: C2, C3, C4

Per il GP Brasile, Pirelli ha annunciato la scelta delle mescole hard C2, medium C3 e soft C4. Stessa selezione vista in Texas e Messico, e risulta essere di uno step più morbida rispetto al 2019, quando si è corsa l’ultima edizione del GP Brasile.

A Interlagos, si gira in senso antiorario. La pista è caratterizzata da un susseguirsi di curve che non dà tregua alle gomme, in particolare all’anteriore destro. La pista è corta, il che comporta il rischio per i piloti di ritrovarsi in mezzo al traffico, durante il loro giro. Storicamente la Safety Car è spesso intervenuta. Dettagli da tenere in conto per preparare le strategie sia per la Sprint Qualifying sia per la gara.

Altro fattore da tenere in considerazione, è il meteo. In questo periodo dell’anno, in Brasile è facile passare dal caldo alla pioggia torrenziale. Motivo per cui, nel corso degli anni, sono stati realizzate delle scanalature sull’asfalto per avere un miglior drenaggio dell’acqua, in caso di pioggia.

CHE TEMPO CHE FARA’?

Come di consueto, vi riportiamo l’ultimo bollettino meteo per il weekend del GP Brasile. Storicamente, la pioggia ha sempre fatto la sua comparsa a Interlagos, e nel fine settimana ci sarà, specialmente in occasione della Sprint Qualifying di sabato. Scongiurato il pericolo per domenica e la gara: previste temperature in rialzo e cielo sereno

Venerdì, sono previsti rovesci e precipitazioni al 50%, umidità pari a 81% e vento sui 23 km/h. Temperature: max 17°C, min 13°C. Sabato, precipitazioni sparse, attese al 75%, umidità pari a 34%, vento sui 23 km/h. Temperature: max 19°C, min 13°C. Domenica, cielo parzialmente nuvoloso, probabilità di precipitazioni al 10%, umidità pari a 60%, vento intorno a 21 km/h. Temperature: max 24°C, min 13°C.

ORARI TV

Due anni dopo l’ultima edizione, torna il GP Brasile e il mitico circuito di Interlagos. La Formula 1 affronterà questo weekend, portando con se il format della Sprint Qualifying, già vista in altre piste durante la stagione. Si inizia venerdì, con una sessione di prove libere e a seguire le qualifiche, che determineranno la griglia di partenza della Sprint Qualifying. Sabato, ci sarà l’ultima sessione di prove libere, e a seguire la Sprint Qualifying, il cui ordine d’arrivo, determinerà la griglia di partenza della gara vera e propria, in programma domenica 14 novembre 2021.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta ed esclusiva da Sky Sport F1 HD, mentre a TV8 spetta la differita soltanto della Sprint Qualifying e della gara. Non mancherà il Live streaming di F1world che racconterà minuto per minuto la gara. Visto il fuso orario, il weekend sarà visibile in Italia in orari serali.

Qui in anteprima, gli orari tv italiani per seguire il GP Brasile 2021:

Venerdì 12 novembre 2021

ore 16:30 – 17:30: Prove Libere 1 (diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD; no TV8)

ore 20:00 – 21:00: Qualifiche (diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD; no TV8)

Sabato 13 novembre 2021

ore 16:00 – 17:00: Prove Libere 2 (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; no TV8)

ore 20:30 – 21:00: Sprint Qualifying (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; differita TV dalle 22:00)

Domenica 14 novembre 2021

dalle ore 18:00: Gara (diretta esclusiva Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 21:30)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio