2019Formula 1Gran Premio Abu Dhabi

GP Abu Dhabi 2019: l’ordine d’arrivo

Un invincibile Hamilton ottiene la vittoria, seguito sul podio da Verstappen e Leclerc. Bottas autore di una bella rimonta si classifica in quarta posizione. La Ferrari ottiene anche una multa

L’ordine d’arrivo ci mostra un Lewis Hamilton in prima posizione, ma non potrà mai mostrarci il modo combattivo con cui il britannico ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi, dominando letteralmente la gara

Lewis Hamilton mostra ancora una volta di avere un‘implacabile fame di vittorie, lanciando già il guanto di sfida per il 2020 e facendo così capire ai suoi rivali che lui sarà più arrembante che mai. Settimo titolo in vista? Ancora è presto per dirlo, ma sicuramente le battaglie non mancheranno. Oltre la vittoria, il sei volte Campione del Mondo si aggiudica anche il giro veloce. A seguire, in seconda e terza posizione nell’ordine d’arrivo troviamo il futuro della Formula 1, cioè Max Verstappen e Charles Leclerc. Valtteri Bottas partito dal fondo della griglia si rende protagonista di una bella rimonta, arrivando a un soffio dal podio.

MULTA PER LA FERRARI

Charles Leclerc mantiene il podio nonostante l’anomalia riscontrata dalla FIA. In pratica la benzina dichiarata sulla monoposto numero 16 non era risultata conforme nei controlli pre gara. La Federazione ha multato la Ferrari con 50.000 euro, invece di imporre una penalità che avrebbe influito sul risultato ottenuto dal monegasco nell’ultimo Gran Premio dell’anno. La gara di Abu Dhabi è iniziata con Charles Leclerc indagato perché la quantità di carburante dichiarata non corrispondeva alla misurazione effettuata dal delegato tecnico, Jo Bauer, prima che la vettura del monegasco lasciasse la pit-lane in direzione della griglia.

L’ORDINE D’ARRIVO

Ecco di seguito l’ordine d’arrivo per il Gran Premio di Abu Dhabi:

  1. Lewis Hamilton (Mercedes);
  2. Max Verstappen (Red Bull);
  3. Charles Leclerc (Ferrari);
  4. Valtteri Bottas (Mercedes);
  5. Sebastian Vettel (Ferrari);
  6. Alexander Albon (Red Bull);
  7. Sergio Perez (Racing Point);
  8. Lando Norris (McLaren);
  9. Daniil Kvyat (Toro Rosso);
  10. Carlos Sainz (McLaren);
  11. Daniel Ricciardo (Renault);
  12. Nico Hulkenberg (Renault);
  13. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo);
  14. Kevin Magnussen (Haas);
  15. Romain Grosjean (Haas);
  16. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo);
  17. George Russell (Williams);
  18. Pierre Gasly (Toro Rosso);
  19. Robert Kubica (Williams).

Ritirato: Lance Stroll (Racing Point).

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close