DichiarazioniFormula 1

Giovinazzi: “Sogno un podio con l’Alfa Romeo”

Il pilota italiano riconosce che per attirare l’attenzione della Ferrari deve ottenere grandi risultati. L’obiettivo per il 2020 è la top 3

Antonio Giovinazzi sogna il suo primo podio in Formula 1. L’italiano spera di riscattarsi dalla stagione del 2019, tramite una grande stagione nel 2020. Cercherà di ottenere grandi risultati per attirare l’attenzione della Ferrari, nel caso in cui Sebastian Vettel non dovesse rinnovare per il 2021

Giovinazzi non è partito particolarmente bene nel 2019 poiché ha ottenuto soltanto un punto nelle prime 13 gare. Tuttavia, dopo il suo nono posto nel Gran Premio d’Italia, ha effettuato buone prestazioni e ottenuto buoni risultati, tra cui un quinto posto nel folle Gran Premio del Brasile. L’italiano spera di ottenere buoni risultati nel 2020, in modo che la Ferrari si fidi di lui per il futuro, se nel 2021 Vettel non rinnoverà.

Vuole realizzare il suo sogno d’infanzia e sa che dovrà impressionare per realizzarlo. “Nel 2019 tutto è partito da Monza, il rinnovo con l’Alfa Romeo e il quinto posto in Brasile sono stati una vera liberazione. Il mio sogno per il 2020 è salire sul podio con l’Alfa Romeo. Se voglio arrivare in Ferrari devo convincerli con i miei risultati” ha dichiarato in un’intervista per il quotidiano italiano La Gazzetta Dello Sport.

PER IL PILOTA ITALIANO RAIKKONEN, VETTEL E LECLERC SONO I VOLTI FAMILIARI DELLA FERRARI

Il pilota italiano ha anche parlato di tre volti familiari della Ferrari. Da un lato, ha elogiato l’esperienza e il buon trattamento che riceve da Kimi Raikkonen, il suo attuale compagno di squadra. Soffermandosi poi sul grande lavoro e la determinazione di Sebastian Vettel. Infine spiega che non conosce bene Charles Leclerc, ma ne ammira l’incredibile talento.

“Kimi è definito l’uomo di ghiaccio, ma è molto simpatico e con molta esperienza, un compagno di squadra ideale per me. Seb quando ero un collaudatore della Ferrari mi ha impressionato per la sua determinazione, è sempre il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. Mi ispiro a lui per il mio modo di lavorare. Non conosco Charles molto bene, abbiamo preso strade diverse, ma ha un talento incredibile  ha affermato Giovinazzi.

GIOVINAZZI PASSIONE CUCINA

Il transalpino ha commentato la sua attività durante questa quarantena. L’italiano è sfortunato, perché a differenza degli altri piloti non ha una palestra in casa. Tuttavia, ha scoperto una nuova passione: la cucina. Perciò ha dichiarato:“Approfitto dell’attività fisica, sono in contatto con il mio allenatore e mi alleno di giorno in giorno, per mantenere i muscoli del collo tonici”.

“Molti dei miei colleghi di Formula 1 hanno una palestra a casa, io no, ma mi organizzo. Mi mancano i miei amici, la mia ragazza e la mia famiglia. In questi giorni ho scoperto di essere un bravo cuoco, devo ammettere che cucinare sta diventando una delle mie passioni. E’ importante, aiuta la tua concentrazione e ti permette di fare altro, oltre  che guidare e allenarti”, ha così concluso Giovinazzi.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.