DichiarazioniFormula 1

Ferrari, necessario far fuori Binotto? I dubbi di Andretti

L’ex campione di Formula 1 condivide il suo giudizio sul team di Maranello

Forti le parole del campione ’78 sui problemi della Scuderia: le “stupidaggini” quest’anno sono state davvero troppe

L’ex pilota di Formula 1 è convinto che alla Ferrari non serva nient’altro per essere la miglior forza in campo, eppure rivolge parole molto dure nei confronti dei vertici della scuderia. C’è bisogno di un cambio radicale per poter sfruttare al meglio il potenziale di Maranello: “Era davvero necessario cambiare il team principal?“, si chiede Mario Andretti, dopo l’addio di Binotto alla Ferrari. “Avrei bisogno di avere più informazioni al riguardo per poter dare un giudizio ben formato, ma quello che mi è chiaro è che deve esserci un cambio di strategia“.

ANDRETTI E LA FERRARI: IL PROBLEMA NON E’ SOLO BINOTTO

Andretti ha infatti ricordato una serie di scelte sbagliate del muretto Ferrari, in particolare su quale tipo di mescola montare: “Quando hai una monoposto così veloce, non devi fare nient’altro. E invece ci sono stati momenti in cui i loro rivali correvano con gomme morbide, ma la Ferrari lo faceva con le medie. Gli altri top team non lo fanno mai. Non devi sempre dimostrare di essere particolarmente intelligente, ma abbiamo visto certe stupidaggini. Non so chi fosse il responsabile, ma è necessario cambiare il sistema“.

Uno fra tanti, l’episodio durante le qualifiche in Brasile con Leclerc lascia Andretti particolarmente allibito: “I piloti devono essere più coinvolti: solo loro sentono come si comporta la gomma. Quando penso al fatto che hanno mandato in pista Leclerc con le intermedie in Brasile… Mamma mia!” esclama. “Per me è chiaro: la Ferrari ha tutto per essere competitiva, tranne che ogni tanto commette un errore umano.” afferma.

“Penso che questo fallimento si basi su una dipendenza esclusiva sui dati e sulla tecnologia. I computer e l’alta tecnologia vanno tutti molto bene, ma di tanto in tanto hai bisogno di esperienza concreta. Spero di vedere una Ferrari forte nel 2023, sarebbe un bene per tutta la Formula 1. Se potessi scegliere una vettura per la prossima stagione, tra Red Bull, Ferrari o Mercedes, sceglierei sempre la Ferrari.” afferma per concludere.

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button