Formula 1Gran Premio CanadaTrending Stories

Ferrari, la calma prima della tempesta canadese

Gli uomini del Cavallino Rampante sono chiamati al riscatto dopo una lunga serie di sfortunate debacle

Il duo della Ferrari raccoglie dati ed energie in vista dell’enorme sfida sul circuito canadese, quella di ricucire su una Red Bull sempre più al top

Dopo gli ultimi sviluppi del campionato il clima in casa Ferrari non deve essere di certo così leggero come invece sembra essere in Red Bull. Gli ultimi eventi non hanno arriso alla compagine guidata da Mattia Binotto, con la sfortuna più nera che pare essersi accanita contro il team di Maranello, “reo” di aver sfruttato ad inizio campionato le debacle degli avversari. Debacle che ora invece sono puro appannaggio della Ferrari F1-75, tra guasti ed errori di considerazione. Eppure il campionato va avanti, e in terra canadese il duo formato da Leclerc e Sainz è chiamato a ricucire sui diretti avversari, con i tifosi che sperano di rivedere la Ferrari di inizio campionato.

Il doppio e fresco DNF di Baku non ha permesso la sola fuga della Red Bull e il pericoloso riavvicinamento della Mercedes, ma ha lasciato anche strascichi per il weekend di Montreal. La sventurata nuvola di fumo nella quale si sono spente le speranze di vittoria del Monegasco in terra azera ha portato con sé il bisogno di una nuova centralina con le annesse penalità da scontare in griglia. Serve dunque tenere testa bassa e lavorare, cosa che gli uomini del Cavallino Rampante sembrano aver capito al volo. Buone sono così le impressioni del venerdì, con i piloti che preparano l’assalto al team di Milton Keynes.

Le parole di Charles

“È bellissimo tornare su questa circuito – ha dichiarato Leclerc – ha molto carattere e guidare qui è sempre divertente, specie perché bisogna essere parecchio aggressivi sui cordoli. Complessivamente direi che è stata una buona giornata iniziale. Abbiamo fatto progressi a livello di set-up tra la prima e la seconda sessione. Come sempre la pista si è evoluta molto man mano che si girava e il vento è stato molto forte in alcuni momenti. Ciò però non ha condizionato più di tanto il mio lavoro. Ora dobbiamo concentrarci sulla gara per prepararla nel migliore dei modi”.

Le impressioni di Carlos

“È fantastico essere tornati in Canada. Quello di Montreal non è un circuito facile – ha invece affermato Carlos Sainz – è disseminato di molti dossi e cordoli alti e per questo particolarmente impegnativo con queste nuove monoposto. Mi sono goduto questo primo giorno di prove, nel quale siamo stati in grado di dare progressi nel corso delle due sessioni. Ogni tanto è stato complicato girare per via delle raffiche di vento, Ciononostante siamo riusciti comunque a completare il nostro programma senza intoppi. Comprendere al meglio il comportamento delle gomme sarà fondamentale. Per la gara credo che siamo riusciti a raccogliere un buon numero di dati. Ora pensiamo alle qualifiche di domani”

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.