DichiarazioniFormula 1

Domenicali: “Interesse in calo per la F1? Non c’è alcun rischio!”

Il CEO della F1 spiega che, nonostante l’assenza di lotta per il titolo, l’attenzione rimane viva e si concentra su altre battaglie

Alle preoccupazioni sul calo di interesse verso le ultime gare di F1, Domenicali ritiene che il focus rimane vivo, ma su altre battaglie

Sebbene il titolo sia stato già deciso, secondo Domenicali l’interesse per la F1 rimane comunque alto. Come sappiamo, Max Verstappen si è proclamato campionato già a quattro gare dalla fine della stagione. L’olandese ha dominato il campionato facendo, insieme al team, un lavoro eccezionale. Molti ritengono che l’assenza di lotta al titolo abbia determinato un calo di attenzione da parte dei tifosi che vedono le ultime gare una mera conferma di debolezze ed errori degli altri team.

Lo scorso anno il titolo mondiale è stato deciso all’ultima gara con la clamorosa lotta tra Max e Lewis ad Abu Dhabi e questo ha sicuramente allettato di più il pubblico. Tuttavia, il CEO della Ferrari crede che la superiorità di Verstappen non pregiudichi l’interesse dei tifosi verso lo sport. “Non vediamo alcun tipo di rischio”, ha assicurato Domenicali nelle dichiarazioni pubblicate dal portale web Motorsport.com. 

L’attenzione si sposterà su altri combattimenti, con un’altra prospettiva. Fa parte delle corse”, ha affermato l’italiano. D’altra parte i biglietti per il Gran Premio di Abu Dhabi sono già terminati, quindi gli ultimi due appuntamenti manterranno lo stesso interesse. “Credo che ci sarà molto interesse in Brasile e ad Abu Dhabi. Abbiamo esaurito i biglietti per l’ultima gara. I numeri sono abbastanza buoni”, ha poi aggiunto.

L’effetto della nuova normativa

Domenicali è soddisfatto dell’effetto che ha avuto la nuova normativa e spera che nel 2023 il titolo si decida con più entusiasmo e nell’ultima gara. “Siamo totalmente positivi sull’impatto che il cambiamento delle normative ha portato quest’anno. Non si può ignorare che una squadra, in questo caso Red Bull e Max Verstappen, hanno fatto un lavoro incredibile”, ha commentato.

Con la nuova normativa, infatti, le differenze tra i top team e il resto della griglia saranno ridotte. Liberty Media controllerà il limite di bilancio cosicché le prestazioni di tutte le squadre saranno uguali a medio termine, come è già avvenuto da questo 2022. “Crediamo che nei prossimi anni, le normative ci porteranno a ridurre le distanze e saranno inferiori rispetto a quelle che vediamo attualmente tra i leader e gli altri. La cosa buona è che se guardiamo la classifica nella sua interezza, vediamo che dietro i primi hanno lottato più equamente che in passato”, ha commentato Domenicali a Motorsport.com.

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button