DichiarazioniFormula 1

Claire Williams: “Abbiamo bisogno dello stesso Russell”

La scuderia britannica ripone la propria fiducia nelle prestazioni del giovane pilota inglese

Claire Williams crede che la scuderia abbia bisogno dello stesso Russell del 2019 per ritornare al successo

George Russell, che insieme a Norris e Albon formava il terzetto dei rookie nel 2019, è stato forse il più sfortunato dei tre. Approdato nella scuderia di Wantage sotto l’ala protettrice Mercedes, non è riuscito a brillare come invece era successo l’anno precedente in Formula 2. Con una vettura assolutamente non competitiva, il ventunenne britannico ha concluso la stagione a zero punti, mostrando però professionalità e maturità. Queste qualità sono, secondo Claire Williams, proprio ciò di cui il team inglese ha bisogno al momento.

Nonostante la giovane età, Russell è riuscito a battere costantemente l’unico avversario disponibile, il proprio compagno di squadra Robert Kubica. Ai microfoni di Motorsportweek.com, Claire Williams elogia l’ex-rookie: “George ha fatto un ottimo lavoro l’anno scorso. Questa stagione abbiamo bisogno dello stesso George, e non ho dubbi sul fatto che possa ripetersi anche nel 2020“.

NUOVE SFIDE PER GEORGE

Dopo aver passato il 2019 ad ammirare gli alettoni posteriori delle monoposto avversarie, Russell vorrà sicuramente passare al contrattacco nel 2020. Il pilota di King’s Lynn non vede l’ora di mostrare tutto il suo reale potenziale, così come afferma il vice-team principal Williams: “Sappiamo che George desidera una macchina con la quale dimostrare tutto il proprio talento. Tocca a noi fornirgliene una all’altezza delle aspettative. Dal canto suo, George è ad allenarsi a Lanzarote, e non vede l’ora di tornare in pista”.

La stagione 2020 è alle porte, e con essa nuove sfide per il team e per Russell. La monoposto della scuderia fondata da Sir Frank Williams e Sir Patrick Head nel 1977 è in continua evoluzione, così come l’organico stesso del team. Fuori Kubica, adesso in Alfa Romeo, dentro Latifi. Il pilota canadese prelevato dalla Formula 2 darà filo da torcere a Russell.Nicholas è un gran lavoratore, è diligente ed incredibilmente concentrato. Anche lui non vede l’ora di saltare in macchina, si sta allenando duramente per questo. Non vedo l’ora di vedere sia lui che George in azione. Sono curiosa di sapere quanto riusciranno a spingersi l’uno con l’altro”.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button