DichiarazioniFormula 1

Camilleri: “2020 anno critico per Ferrari”

Il CEO del Cavallino Rampante spiega cosa bolle in pentola in quel di Maranello per il 2020 ed oltre

Louis Camilleri, amministratore delegato Ferrari, spiega come quella 2020 sarà una stagione difficile per la scuderia di Maranello

A meno di una settimana dalla presentazione della vettura 2020 in casa Ferrari aleggiano dubbi ed incertezze. La ricerca del titolo assente in bacheca dal 2008 passa anche per una stagione di stallo. Senza una vera e propria evoluzione del regolamento per la stagione corrente, quelle 2020 saranno “sorelle maggiori” delle vetture 2019. Inoltre, come spiega Louis Camilleri, CEO maltese del Cavallino Rampante, in quel di Maranello si lavora soprattutto in chiave 2021.

Non ci arrendiamo mai – dichiara Camilleri in conferenza con Wall Street dopo la pubblicazione dei dati relativi al quarto trimestre 2019 Ferrari. “Il nostro obbiettivo è vincere. Non credo toglieremo il pedale dall’acceleratore nel 2020. Questo anno si prospetta critico per Ferrari. Vogliamo vincere, quindi continueremo ad investire sulle infrastrutture e a sviluppare la monoposto“.

LA FERRARI SI FA IN DUE

Gli occhi di tutto il Paddock sono puntati alla stagione 2021. Lo sviluppo delle nuove vetture impegnerà gran parte delle risorse dei team anche nel 2020. Le scuderie proveranno ad anticipare lo sviluppo delle monoposto come risposta all’introduzione del budget cap in vigore dal prossimo anno. I team infatti dovranno contenere i costi per non superare il limite fissato a 175 milioni di dollari. Nonostante questa scelta fosse stata fatta per avvantaggiare le scuderie più piccole, i grandi team potranno approfittare del 2020 per portarsi avanti con il lavoro.

Non fa differenza Ferrari, come spiega lo stesso Camilleri: “Per la Formula 1 ci siamo sdoppiati. Oltre a sviluppare la macchina attuale stiamo anche progettando un’altra vettura completamente nuova. Dal ritorno all’effetto suolo alla semplificazione dell’aerodinamica, le vetture future avranno un concept di base diametralmente opposto a quello attuale. “Il regolamento 2021 indirizzerà lo sviluppo verso nuovi concetti per ottenere macchine completamente diverse da quelle attuali. Per questo ci sarà bisogno di risorse addizionali e investimenti già da quest’anno”.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button