DichiarazioniFormula 1Gran Premio Monaco

Budkowski: “Alpine a Monaco ha faticato molto”

Il direttore esecutivo del team transalpino riassume il weekend monegasco, caratterizzato da prestazioni poco entusiasmanti di Ocon e Alonso

Marcin Budkowski parla del Gran Premio a Montecarlo e di come Alpine non sia riuscita a dare il massimo in pista

Se per alcune squadre quella di Monaco è stata una gara da ricordare, per altre (e non stiamo parlando di Mercedes) è stata una gara un po’ da dimenticare. Il soggetto è Alpine. Perché si, il team di Ocon ed Alonso ha mostrato un’ottima progressione in Portogallo e Spagna, progressione che sembra essersi però arrestata nel Principato. Come sottolinea Budkowski stesso, Alpine ha avuto piccoli problemi che non hanno consentito ne ad Alonso ne ad Ocon di fare una buona gara.

A Motorsport, parla Budkowski: “È stato un brutto fine settimana per noi di Alpine, onestamente. Abbiamo faticato sin da giovedì con il ritmo e soprattutto con la temperatura delle gomme. E anche se abbiamo recuperato un po’ con Esteban [Ocon, ndr.] in qualifica, ed è riuscito a qualificarsi in una posizione decente, la monoposto non era perfetta a livello di temperatura gomme”. 

Purtroppo per noi, i nostri concorrenti hanno sfruttato al massimo la gara. Soprattutto quelli che erano dietro di noi e che hanno fatto ancora più punti perché due piloti nelle prime posizioni si sono ritirati. A livello di campionato non è piacevole da accettare come cosa. Nel complesso, è stato un fine settimana da dimenticare. Tuttavia, ci sono anche molti insegnamenti da trarre”, prosegue il direttore esecutivo. 

ORA TESTA A BAKU

Budkowski, però, non si fa scoraggiare da un weekend poco redditizio a livello di punti e prestazioni: “Le quattro variabili dell’equazione sono: monoposto, pneumatici, circuito e condizioni atmosferiche. Se qualcosa non torna, non andiamo avanti. E questo weekend, credo che ci sia stato un problema tecnico nella nostra progressione”. 

Entrambi i piloti stavano lottando, sia giovedì che sabato mattina. La differenza è stata che Esteban è riuscito a cambiare le gomme in Q1, mentre Fernando no. Sono fermamente convinto che se Fernando fosse riuscito ad accendere e a sfruttare al massimo le gomme anche sulla sua vettura, sarebbe stato competitivo”, continua il polacco. 

Ma ora dobbiamo lasciarci alle spalle questo fine settimana. Dobbiamo lavorare molto per assicurarci di progredire e soprattutto di non rimanere di nuovo scoperti nella prossima gara a Baku, in Azerbaijan”, afferma Budkowski per concludere. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.