DichiarazioniFormula 1

Alonso: “La Ferrari non va sottovalutata”

L’asturiano ricorda come la Rossa di Maranello si sia ripresa nel 2015 dopo un 2014 difficile e analizza la crescita esponenziale di Sainz

Alonso ritiene che la Ferrari non debba essere sottovalutata ed esclusa dalla lotta nel 2021, nonostante le difficoltà riscontrate quest’anno

La Formula 1 avrà ancora una volta due piloti spagnoli. Fernando Alonso e Carlos Sainz infatti nel 2021 condivideranno nuovamente la griglia. Specialmente i fan spagnoli non vorrebbero altro che vederli condividere anche il podio. Alonso assicura che ciò sarebbe fantastico e ricorda che anche nel 2014 la Ferrari ha avuto un anno difficile. Invece la stagione successiva ha vinto nuovamente, perciò ritiene che non si possa mai sottovalutare ed escludere la Rossa di Maranello dai giochi.

“Sarebbe fantastico, anche se entrambi siamo già concentrati sul 2022. Ma la Ferrari è sempre la Ferrari. Nel 2014, nel mio ultimo anno lì abbiamo avuto una stagione difficile, invece nel 2015 sono riusciti a vincere la seconda gara in Malesia. Non si devono mai escludere dai giochi. Anche se quest’anno stanno attraversando un momento davvero difficile e delicato, torneranno sicuramente a battagliare con la Mercedes. Almeno questo è quello che speriamo tutti”, ha dichiarato Alonso al quotidiano AS.

L’APPRODO DI SAINZ IN FERRARI E’ UN’OTTIMA NOTIZIA PER LA SPAGNA 

Il due volte campione del mondo di Formula 1 ha inoltre evidenziato la crescita di Sainz come pilota negli ultimi anni. Ritiene che i progressi fatti siano frutto della fiducia che Zak Brown ha riposto in lui. Perciò ha affermato: “In questi anni Carlos è cresciuto molto, anche se il suo livello era già molto alto sia quando era in Toro Rosso che in Renault. In McLaren però ha colto l’attimo. La massima fiducia riposta in lui insieme a una solida rinascita del team gli ha permesso di riconfermare ciò aveva già dimostrato in passato, facendogli acquisire maggiore visibilità.

“I riflettori si sono concentrati maggiormente sulle sue potenzialità. Penso che Carlos abbia disputato belle gare sia nel 2016, 2017 che nel 2018. Inoltre ritengo che l’avere avuto compagni di squadra ostici l’abbia temprato. Ciò gli ha quindi consentito di crescere ulteriormente come pilota. Perciò il suo approdo in Ferrari è una notizia fantastica per la Spagna. Avere Carlos nella squadra più leggendaria della Formula 1 garantisce un ottimo futuro per questo sport nel nostro paese”, ha così concluso Alonso.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button