Formula 1Gran Premio Malesia

GP Malesia 2015: la Ferrari torna sul tetto del Mondo. Vettel vince a Sepang

Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio della Malesia di Formula 1. Non accadeva dal Gran Premio di Spagna del 2013, quando la Ferrari riuscì a salire sul podio con Fernando Alonso e Felipe Massa. Per il 27enne di Heppenheim si tratta del quarantesimo successo in carriera, a meno uno da Ayrton Senna nella classifica dei piloti che hanno vinto di più di tutti i tempi La SFT-T, con le gomme che non hanno sofferto sull’asfalto caldo di Sepang, ha permesso al tedesco di effettuare una sosta in meno rispetto alle Mercedes di Lewis Hamilton, secondo, e Nico Rosberg, terzo a fine corsa. Quarto posto per Kimi Raikkonen, che nuovamente ha dovuto fare i conti con la sfortuna.

Dopo il ritiro di Melbourne, e la partenza dall’undicesima posizione in griglia di partenza a Sepang, Iceman che si è toccato al primo giro con Felipe Nasr, ha dovuto fare un intero giro con tre ruote prima di rientrare ai box e riprendere la pista.

formula-1-gp-malesia-2015-prove-libere-ferrari-sebastian-vettel-001

Quinto e sesto posto rispettivamente per le Williams di Valtteri Bottas e Felipe Massa, autori di un bel duello a fine gara col finlandese che è riuscito a spuntarla nel finale. Alle spalle delle due FW37 troviamo le Toro Rosso di Max Verstappen, settimo, e Carlos Sainz JR, ottavo, autori, ancora una volta di una gara consistente che mostra la grande maturità di questi due giovanissimi.

Chiudono la top ten Daniil Kvyat, nono, e Daniel Ricciardo, decimo, alle prese con i problemi ai freni, mentre il russo si è girato in un testacoda dovuto a un contatto con Hulkenberg.

Peccato per la McLaren: la MP4-30 ha mostrato un netto miglioramento rispetto al Gran Premio d’Australia, dove Button chiuse la gara in ultima posizione a 2 giri dal vincitore Hamilton. A Sepang il primo Gran Premio del 2015 di Fernando Alonso è durato appena 22 giri. Proprio mentre si trovava in nona posizione, lo spagnolo è stato costretto al ritiro per un problema tecnico. Stessa sorte è toccata anche a Jenson Button.

Foto: BlogF1.it

Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.