Formula 1Gran Premio Malesia

GP Malesia 2015: la Ferrari torna sul tetto del Mondo. Vettel vince a Sepang

Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio della Malesia di Formula 1. Non accadeva dal Gran Premio di Spagna del 2013, quando la Ferrari riuscì a salire sul podio con Fernando Alonso e Felipe Massa. Per il 27enne di Heppenheim si tratta del quarantesimo successo in carriera, a meno uno da Ayrton Senna nella classifica dei piloti che hanno vinto di più di tutti i tempi La SFT-T, con le gomme che non hanno sofferto sull’asfalto caldo di Sepang, ha permesso al tedesco di effettuare una sosta in meno rispetto alle Mercedes di Lewis Hamilton, secondo, e Nico Rosberg, terzo a fine corsa. Quarto posto per Kimi Raikkonen, che nuovamente ha dovuto fare i conti con la sfortuna.

Dopo il ritiro di Melbourne, e la partenza dall’undicesima posizione in griglia di partenza a Sepang, Iceman che si è toccato al primo giro con Felipe Nasr, ha dovuto fare un intero giro con tre ruote prima di rientrare ai box e riprendere la pista.

formula-1-gp-malesia-2015-prove-libere-ferrari-sebastian-vettel-001

Quinto e sesto posto rispettivamente per le Williams di Valtteri Bottas e Felipe Massa, autori di un bel duello a fine gara col finlandese che è riuscito a spuntarla nel finale. Alle spalle delle due FW37 troviamo le Toro Rosso di Max Verstappen, settimo, e Carlos Sainz JR, ottavo, autori, ancora una volta di una gara consistente che mostra la grande maturità di questi due giovanissimi.

Chiudono la top ten Daniil Kvyat, nono, e Daniel Ricciardo, decimo, alle prese con i problemi ai freni, mentre il russo si è girato in un testacoda dovuto a un contatto con Hulkenberg.

Peccato per la McLaren: la MP4-30 ha mostrato un netto miglioramento rispetto al Gran Premio d’Australia, dove Button chiuse la gara in ultima posizione a 2 giri dal vincitore Hamilton. A Sepang il primo Gran Premio del 2015 di Fernando Alonso è durato appena 22 giri. Proprio mentre si trovava in nona posizione, lo spagnolo è stato costretto al ritiro per un problema tecnico. Stessa sorte è toccata anche a Jenson Button.

Foto: BlogF1.it

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close