500 Miglia IndianapolisDichiarazioniPopolo Alonsista

Alonso il 5 Aprile avrebbe dovuto essere sul circuito di Barber

Lo spagnolo aveva pianificato di sperimentare l’inizio della stagione IndyCar del 2020 con McLaren, ma il Coronavirus l’ha privato di tale possibilità. Tutto ciò, in ottica del nuovo assalto alla 500 miglia di Indianapolis

Fernando Alonso ha riconosciuto che sarebbe stato presente ad alcuni dei primi appuntamenti della stagione IndyCar 2020 con il team McLaren SP, prima che fossero cancellati a causa del Coronavirus. L’obiettivo era quello di iniziare a preparare la 500 miglia di Indianapolis per il mese di Maggio

Fernando Alonso, ovviamente, non è estraneo alla situazione globale del Coronavirus e ha confermato che è stato confinato a casa sua per quasi due settimane. L’asturiano ha spiegato come mantiene la sua forma fisica durante la quarantena. “Sono stato a casa per 12 giorni e sto bene. Dopo così tanti viaggi, non è sbagliato fermarsi un po’ ed essere a casa. Ho il giardino e un po’ di spazio, quindi non posso lamentarmi. Ho il privilegio di avere queste comodità. Spero che tutto passi presto e che la normalità ritorni”, ha così affermato Fernando Alonso.

“Ho una piccola palestra a casa, con tapis roulant ed ellittica e ho anche dei pesi. Ogni giorno mi ritaglio un’ora o un’ora e mezza per allenarmi. Mi sono imposto di fare ciò. Ho messo il tapis roulant in garage e apro la porta per vedere un po’ di sole e sentirmi come se fossi all’aperto, ha proseguito. La fine di febbraio e l’inizio di marzo sono stati privi di attività sportiva agonistica per Fernando Alonso, a causa del Coronavirus. Prima di questo, il pilota spagnolo ha rivelato di essersi preso qualche settimana di riposo dopo il suo debutto al Dakar Rally, all’inizio di gennaio.

PREPARARE UN NUOVO ASSALTO PER LA 500 MIGLIA DI INDIANAPOLIS

Inoltre, il due volte campione del mondo di Formula 1 ha confermato che sarebbe stato presente il 5 aprile sul circuito di Barber, per vedere una delle prime gare dell’anno per l’IndyCar 2020 con McLaren, per iniziare a preparare un nuovo assalto alla 500 Miglia di Indianapolis, qualcosa che però non sarà possibile effettuare a causa del Coronavirus. “Dopo la Dakar ho trascorso un mese di vacanza. Sono stato in montagna, ho sciato e trascorso del tempo con me stesso e con la famiglia. Al momento mi stavo preparando per l’Indy 500. Mi stavo allenando con il simulatore e volevo andare alla gara di Barber, per vedere come funziona il tutto, ma ora è tutto fermo”.

NUOVI PROGETTI IN VISTA PER ALONSO?

Uno dei progetti futuri di Fernando Alonso potrebbe essere quello di competere nella categoria Super TC 2000 argentina – la più famosa a livello nazionale – o almeno, partecipare ai 200 chilometri di Buenos Aires. Anche se dopo aver brillantemente testato a fine 2019 la Toyota Corolla in Argentina, l’asturiano non sembra particolarmente tentato da tale possibilità. Perciò ha concluso affermando: “Mi è piaciuto, ma la cosa più difficile di tutte è la visibilità. Non nascondo che infatti sia un po’ strano ciò, perché c’è una barra che copre un po’ la visibilità. La monoposto inoltre è a trazione anteriore, quindi c’era molto sottosterzo”.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close