DichiarazioniFormula 1Formula E

Agag: “L’addio di Honda dalla F1 non è un passo verso la Formula E”

Il fondatore della Formula E Alejandro Agag ha negato il suo collegamento al recente addio di Honda dalla Formula 1

Il fondatore della Formula E, Alejandro Agag, ha negato le voci che lo vedono protagonista nel ritiro di Honda dalla F1, per spingerla nella sua Serie.

Lo stesso Amministratore Delegato della Honda, dopo l’annuncio dell’addio alla F1, ha annunciato che “In questo momento puntiamo alla neutralità del carbonio nel 2050. Ora, questa sarà una grande sfida per Honda, quindi spero che i nostri fan ci sosterranno per farci affrontare anche questa sfida”, ma nonostante ciò nega un possibile approdo in Formula E.

LA CHIUSURA DI HONDA ALLA FORMULA E

Infatti, sempre l’AD di Honda Takahiro Hachigo, ha ammesso che: “Per quanto riguarda altre categorie di veicoli elettrici, al momento non abbiamo piani specifici per la partecipazione”, chiudendo così le porte e ogni malinteso possibile nei confronti della Formula E.

IL PENSIERO DI ALEJANDRO

Il fondatore della serie totalmente elettrica, Alejandro Agag, che dalla prossima stagione vanterà lo status di “Campionato Mondiale FIA”, quindi di pari importanza della Formula 1, ha smentito che l’addio del motorista giapponese dalla F1 sia una mossa che abbia rafforzato la FE:

“La vedo come una brutta notizia per il motorsport in generale. Non la vedo come una buona notizia per la Formula E e una cattiva notizia per la Formula 1. Anche noi abbiamo bisogno della F1 per avere successo perché non ci vediamo come concorrenti. Ci vediamo come se stessimo sulla stessa barca e gareggiamo contro il tennis, il calcio e gli altri sport”.

Infine, per concludere il suo pensiero, ha aggiunto alla sua riflessione che: “Se un produttore lascia il motorsport, non significa che passerà ad un’altra categoria. Potrebe rimanere del tutto al di fuori dal motorsport, quindi non è una buona notizia”.

IL PROSEGUO NEL MOTORSPORT

Nonostante il pensiero di Alejandro Agag, l’Amministratore Delegato di Honda, ha ammesso che nonostante l’addio dalla massima serie automobilistica, proseguirà nelle altre categorie, tra cui l’IndyCar:

“Non sto pensando di partecipare nuovamente alla Formula 1. Tuttavia, come ho detto, le corse sono il DNA della Honda, quindi continueremo nelle altre categorie in cui Honda sta attualmente partecipando”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.